rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Attualità

Mare gratis alle donne che partoriscono in Veneto Orientale: rinnovata l'offerta 2019

Alle difficoltà causate dalla pandemia da Covid-19 Ulss4 risponde donando 15 giorni di ombrellone alle neomamme, nelle località balneari veneziane. Consolidato il progetto sperimentale lanciato lo scorso anno

Dopo l’avvio sperimentale del 2019 il progetto “Vieni a Partorire nel Veneto Orientale e ti regaliamo il mare” si consolida con più ombrelloni a disposizione gratuitamente per le neomamme che partoriscono nei punti nascita dell’Ulss4 , e inoltre con un kit spiaggia in omaggio contenente tutto il necessario per la corretta esposizione al sole.

Positività

Questa mattina allo stabilimento balneare Miramare, ad Eraclea mare, è stato presentato il progetto alla presenza del direttore generale dell’Ulss4 Carlo Bramezza, del presidente di Unionmare Veneto Alessandro Berton, dei partner Banca Prealpi Sanbiagio e  “Fiocchi di Riso”. «In tempi non facili per tutti vogliamo dare un segnale di positività – ha spiegato il DG Bramezza - . In primis portando in primo piano la natalità che stenta ovunque a crescere, vogliamo inoltre gratificare le donne che partoriscono nel Veneto orientale ossia nell’ambito dell’Ulss4, e parlare del buon lavoro svolto dai tanti professionisti di questa Azienda sanitaria. Infine, non meno importante, dire con questa iniziativa che le spiagge venete sono sicure, ben gestire e ben organizzate sul fronte virus».

Il progetto

Il progetto prevede che alle donne che partoriscono negli ospedali dell’Ulss4 (San Donà di Piave e Portogruaro) venga consegnato un voucher che consente l’utilizzo gratuito di ombrellone e lettini per un periodo massimo di 15 giorni, a scelta tra Bibione, Caorle, Eraclea mare e Jesolo. Da oggi, inoltre, nel momento in cui la neomamma usufruisce del bonus riceve dal gestore dell’arenile un “kit spiaggia” con all’interno una protezione solare per bambini, latte doposole, due igienizzanti per le mani e una guida per esporsi correttamente al sole. «Nonostante tutto noi ci siamo, gli associati del litorale veneziano hanno fatto squadra e aderito con grande piacere a questo meraviglioso progetto – ha detto il presidente di Unionmare, Alessandro Berton - . Sono stati messi a disposizione 248 abbonamenti destinati ad aumentare vista la grande richiesta, infatti ad oggi sono già 135 le mamme e rispettive famiglie che hanno usufruito del bonus ombrellone. In termini economici significa un impegno complessivo di quasi 80 mila euro di ombrelloni che i gestori mettono a disposizione per tutta l’estate». «Il sole e il mare sono un toccasana sia per la puerpera e sia per il neonato – ha precisato il dottor Pier Giuseppe Flora, direttore del dipartimento materno infantile dell’Ulss4- è però necessario prendere queste cure naturali con le dovute accortezze, proprio per questo motivo è stato realizzato un libretto, in tre lingue, che fornisce alle neomamme le corrette indicazioni sull’esposizione al sole. Lo troveranno all’interno del kit spiaggia». A completare il progetto la collaborazione con Banca Prealpi Sanbiagio e Fiocchi di Riso per quanto riguarda la fornitura della protezione solare e del latte doposole, intervenuti alla presentazione rispettivamente con il vicepresidente vicario Luca De Luca e la referente di zona Maria Sole Gius. Il progetto “Vieni a partorire nel Veneto orientale e ti regaliamo il mare” è una iniziativa nata dal direttore generale dell’Ulss4 Carlo Bramezza ed è unica in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare gratis alle donne che partoriscono in Veneto Orientale: rinnovata l'offerta 2019

VeneziaToday è in caricamento