rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Preoccupazione per i tagli d'alberi: segnalazioni, richieste e un flash mob di protesta

Un pino che non appare più nel giardino di una scuola accende un dibattito in Facebook. Il timore che un parcheggio prenda il posto di 220 arbusti fa scattare la protesta. I cittadini chiedono informazione

«Giù gli alberi del cortile del liceo scientifico Benedetti di Venezia. È una cosa tanto più dolorosa perché nei pressi è stata sradicata la vegetazione cresciuta spontaneamente nell'area ex Gasometri, e nel campo San Francesco della Vigna alcuni cipressi sono morti e non sono stati sostituiti». In un post Facebook la segnalazione preoccupata di chi osserva gli arbusti o la vegetazione nelle zone di Castello. «Credo che non ne sappiamo a sufficienza sul motivo dell'abbattimento di questi pini marittimi per poterci esprimere correttamente», si legge in un commento, mentre la replica: «È nostro preciso diritto essere informati e dovere dell'amministrazione e della ditta esecutrice, informare».

«Il regolamento comunale - continua il post - sul verde pubblico stabilisce che degli interventi, anche urgenti, venga data notizia al Forum del verde (disattivato dall'amministrazione comunale), alla stampa, alla cittadinanza con cartelli di cantiere esplicativi. Non mi risulta siano stati affissi. Abbiamo segnalato la violazione. Purtroppo le segnalazioni arrivano a cose già fatte».

In terraferma, sul possibile taglio di arbusti per la realizzazione di un parcheggio in zona aeroporto, ha drizzato le antenne la lista "Per Mestre e Venezia ecologia e solidarietà". «È previsto che Save a partire da marzo prossimo possa radere al suolo i 220 pini, querce e altri alberi che maestosi si trovano sul lato destro del viale di entrata dello scalo (via Galilei). È l’ultimo lembo rimasto della vasta area verde che proteggeva Tessera. Save vuole realizzare lì due parcheggi provvisori per 900 auto e ha già ottenuto il via libera dal ministero Infrastrutture e Trasporti. A quanto pare deve essere solo decisa la data. Non possiamo aspettare - si legge - dobbiamo manifestare e condividere questa informazione. Le associazioni mestrine e veneziane aderenti al Forum del verde, hanno deciso di organizzare un flash mob statico lungo il marciapiede destro di via Galilei, con esposizione di cartelli e striscioni di protesta. La manifestazione è fissata per sabato 6 marzo dalle 11 alle 12 in via Galilei a Tessera (in caso di maltempo l’iniziativa è rinviata a sabato 13 marzo)».
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preoccupazione per i tagli d'alberi: segnalazioni, richieste e un flash mob di protesta

VeneziaToday è in caricamento