Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità San Marco

La nuova targa sul ponte di Rialto fa discutere

La placca è un omaggio ai finanziatori dei lavori di restauro conclusi nel 2016. Critiche da molti veneziani, FdI ha presentato una mozione chiedendo di toglierla. Martedì la cerimonia di inaugurazione con le autorità

Sta facendo discutere la targa celebrativa, collocata lunedì sulla pavimentazione del ponte di Rialto, riportante i nomi dei soggetti finanziatori del restauro del ponte, Renzo Rosso e la fondazione OTB. La piastra è stata installata in previsione della cerimonia simbolica in programma martedì 7 settembre, che segue i lavori di ristrutturazione effettuati tra il 2015 e il 2016 e costati circa 5 milioni di euro. Si trova sulla sommità del ponte, vicino al parapetto sul lato sud.

Le polemiche

Come prevedibile, le foto circolate sui social lunedì pomeriggio hanno fatto storcere il naso a molti veneziani che ritengono la targa troppo impattante. Tra i primi pareri quello dell'associazione Venessia.com: «Non ci piace per niente. Il mecenatismo si fa e non lo si sbandiera in questo modo. Male chi lo ha fatto e chi gliel'ha permesso». La stessa associazione fa sapere di non essere contraria in assoluto ad una forma di riconoscimento nei confronti dei finanziatori dell'intervento, ma ne contesta le modalità: «Poteva essere un omaggio più modesto, più piccolo», riferiscono da Venessia.com. Nel dibattito che si è aperto online, però, c'è anche chi prende le difese della nuova piastra, ritenendola un giusto ringraziamento.

Una mozione di Fratelli d'Italia

Il tema è diventato oggetto di una mozione presentatata da Maika Canton e Francesco Zingarlini, consiglieri comunali FdI appartenenti alla stessa maggioranza: i consiglieri chiedono che sia verificato «con quale atto autorizzativo è stata realizzata tale targa di dimensioni sproporzionate, targa che ferisce il simbolo di eccellenza della città di Venezia»; ma anche di «esaminare l’atto che disciplina le sponsorizzazioni nel nostro Comune» e, soprattutto, di «rimuovere nell’immediato tale targa commemorativa, al fine di non creare dei precedenti simili che vedrebbero Venezia tappezzata in lungo e in largo». Zingarlini aggiunge: «Chiediamo spiegazioni in particolare alla soprintendenza, ci sembra strano che abbia autorizzato un elemento che deturpa il ponte e, di fatto, lo danneggia. Poteva essere fatto in altro modo - conclude - magari in marmo e comunque in un punto diverso del ponte, non sulla sommità. Oppure un semplice cartello».

La cerimonia

Il posizionamento della targa, come detto, è oggetto di una cerimonia che si svolge martedì dalle 11 alle 12.30 con la partecipazione delle principali autorità locali. In queste ore sono in corso i lavori di allestimento in preparazione all'evento, mentre dalle 10 alle 12.30 di martedì è in vigore un'ordinanza che vieta l’accesso ad una parte delle rampe del ponte.

1630963249868-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova targa sul ponte di Rialto fa discutere

VeneziaToday è in caricamento