Misure, prescrizioni e regole: le tavolate del Redentore ci saranno

Va chiesta l'occupazione di suolo pubblico. Si potrà ormeggiare sulle rive in canal Grande. Concerti nei campi e campielli. Domenica le regate e il ferry dal Tronchetto agli Alberoni per pedoni e ciclisti

Redentore, archivio

Redentore: confermate le tradizionali tavolate all'aperto sempre nel rispetto della normativa anti Covid. Le regole per il loro allestimento sono state inserite in un'ordinanza firmata dal comandante della polizia locale, Marco Agostini: la richiesta di occupazione di suolo pubblico, in prossimità della propria residenza, sarà consentita solo per chi abita in centro storico dalle 18 di sabato 18 luglio con la comunicazione alla Municipale entro mezzogiorno di venerdì 17 luglio all'indirizzo comando.pm@comune.venezia.it, allegando un apposito modulo e il proprio documento di identità. Escluse area marciana e riva degli Schiavoni. Al termine della festa tutto dovrà essere rimosso entro l'una di notte, lasciando lo spazio libero da rifiuti.

Le tavolate non potranno superare le dimensioni di:

10 x 3 metri, per un massimo di 18 posti a sedere;
9 x 3 metri, per un massimo di 16 posti a sedere;
8 x 3 metri, per un massimo di 14 posti a sedere;
7 x 3 metri, per un massimo di 12 posti a sedere;
6 x 3 metri, per un massimo di 10 posti a sedere;
5 x 3 metri, per un massimo di 8 posti a sedere;
4 x 3 metri, per un massimo di 6 posti a sedere.

Le regole

Distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti sono escluse dal rispetto di questo obbligo. Ogni tavolata dovrà avere a disposizione una soluzione idro-alcolica per la disinfezione delle mani e, tra le occupazioni, dovrà essere garantito uno spazio di almeno un metro e mezzo, in modo da favorire gli spostamenti. Lungo le rive, inoltre, le tavole dovranno essere posizionate lato acqua. L'invito a tutti è di privilegiare l’utilizzo di stoviglie durevoli e biodegradabili, così da ridurre l'impronta ambientale e rispettare gli impegni che il Comune di Venezia ha assunto aderendo alla campagna plastic free challenge.

Barche in canal Grande

Nonostante la cancellazione dello spettacolo pirotecnico il Redentore entrerà nel vivo venerdì 17 luglio alle 20.30 con l'apertura del ponte votivo che collega fondamenta delle Zattere con la Giudecca: la struttura rimarrà aperta al pubblico fino alla mezzanotte di domenica 19 luglio. Sabato, dalle 19, il canal Grande e il bacino San Marco si trasformeranno in palcoscenico solcato da quattro "freschi notturni" che partiranno dalla stazione ferroviaria, toccando punta della Dogana fino a raggiungere la zona della Giudecca. Per permettere a chi verrà in barca di assistere agli spettacoli, in canal Grande, sarà consentito l'ormeggio lungo le rive pubbliche, garantendo il distanziamento tra i natanti, la distanza a bordo, e la sicurezza della navigazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Regate e ferry

Concerti saranno diffusi nei vari campi e campielli in collaborazione con gli esercenti. Un'ordinanza della capitaneria di porto regolerà la presenza di imbarcazioni durante la serata del Redentore in bacino di San Marco e canale della Giudecca. Domenica spazio alle tradizionali regate: alle 16 sfida tra giovanissimi su pupparini a 2 remi, alle 16.45 in acqua i pupparini a 2 remi e alle 17.30 clou con le gondole a 2 remi. A seguire, la messa votiva nella chiesa del Redentore officiata dal patriarca Francesco Moraglia. In caso di afflusso molto sostenuto la polizia locale potrà dirottare il traffico pedonale o istituire sensi unici pedonali o, ancora, transennare alcune aree. Da venerdì sera fino a domenica sarà attivata la linea sostitutiva del ferry San Nicolò – Punta Sabbioni con due corse all’andata e due il pomeriggio per il ritorno. Organizzato anche un ferry straordinario dal Tronchetto fino agli Alberoni riservato a pedoni e ciclisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento