Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Più spettatori e incassi in crescita: il 2019 del Teatro Goldoni parte in quarta

Ottimo riscontro da parte del pubblico per gli spettacoli. Incassi in aumento del 15%

Il pubblico al Teatro Goldoni

Per il Teatro Stabile del Veneto il 2019 parte con il segno positivo. A metà stagione il botteghino del Goldoni di Venezia e del Verdi di Padova registra un aumento di incassi pari al 15% in più rispetto allo stesso periodo del 2018, e una crescita del 5% sul numero di spettatori.

Il successo dei primi mesi

Grande successo di questi primi mesi della stagione veneziana è il balletto russo "Il lago dei cigni", tradizionale evento natalizio che nei due appuntamenti del 26 dicembre ha riempito la sala con 1400 spettatori. Campione di incassi della stagione del Verdi è invece lo spettacolo "La guerra dei Roses" con Ambra Angiolini e Matteo Cremon, che con oltre 3300 presenze in sei repliche al botteghino ha segnato un +5% rispetto al vincitore della stagione passata.

Pubblico in crescita del 5%

Numeri positivi anche per quanto riguarda il pubblico: i dati di fine gennaio parlano di oltre 40mila presenze complessive nei due teatri, 2 mila in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’aumento di incassi e il tutto esaurito di tanti spettacoli, dalle aperture della stagione al concerto con Andy e Morgan in onore di David Bowie, confermano il successo di una stagione che incontra i gusti del pubblico.

«Abbiamo un pubblico amico»

«Questo aumento di incassi non corrisponde a un aumento del prezzo dei biglietti ma è il segnale di un pubblico amico che sta al nostro fianco. - commenta Giampiero Beltotto, presidente del Teatro Stabile del Veneto - Stiamo cambiando la relazione con gli spettatori e non è un semplice maquillage. Il pubblico al centro del teatro diventa un modo di essere e il pubblico ci premia. Avanti così».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più spettatori e incassi in crescita: il 2019 del Teatro Goldoni parte in quarta

VeneziaToday è in caricamento