Attualità

Il Teatro Stabile e Arteven programmano la stagione teatrale 2020-2021

Un progetto di 10 spettacoli dal vivo per 200 recite su tutto il territorio regionale

Il Teatro Stabile del Veneto e Arteven si muovono verso la programmazione della stagione teatrale 2020/2021. Si è svolto, infatti, un incontro tra l'assessore alla cultura Cristiano Corazzari e i vertici del Teatro Stabile del Veneto e di Arteven per programmare il prossimo cartellone teatrale, nel rispetto di tutte le prescrizioni di sicurezza e i protocolli sanitari per il contenimento del diffondersi del Coronavirus. Il progetto a cui si sta lavorando prevede la programmazione di dieci spettacoli dal vivo per 200 recite complessive distribuite nel territorio regionale premiando quelle piazze che si impegneranno a ospitare in netta prevalenza gli spettacoli prodotti da compagnie venete.

«Stiamo vivendo una straordinaria emergenza globale, dalla quale intravediamo possibili e graduali vie d’uscita – sottolinea Corazzari – e, con la necessaria prudenza ma con altrettanta determinazione, ci stiamo impegnando per consentire alle nostre istituzioni e associazioni culturali, pur con tutte le difficoltà e le limitazioni causate dalla persistenza del virus, di continuare a essere presenti e attive nel nostro territorio. L’ipotesi operativa proposta dal Teatro Stabile e Arteven indica una soluzione concreta di ripresa delle attività, in mancanza della quale il vasto mondo della cultura e dello spettacolo, gli artisti e le migliaia di lavoratori del settore, vedrebbero seriamente compromesso il loro futuro».

«Riaprire le porte dei teatri e dei luoghi dell’arte, anche nei piccoli centri e nelle realtà più periferiche – aggiunge l’assessore – significa svolgere un irrinunciabile servizio pubblico, restituendo ai cittadini una risorsa di cui in questo periodo hanno bisogno più che mai».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro Stabile e Arteven programmano la stagione teatrale 2020-2021

VeneziaToday è in caricamento