Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Comune e Ulss 3, da oggi altri 5 mila test sierologici ai dipendenti

Andranno avanti una settimana. Impianti sportivi del Taliercio a Mestre e centro sportivo Reyer di Sant'Alvise a Venezia messi a disposizione

Test sierologico, archivio

Andranno avanti, a partire da oggi fino ai primi giorni della prossima settimana, i test sierologici della campagna del servizio sanitario regionale per gli operatori del Comune di Venezia e della Città metropolitana, con una seconda fase di controlli destinati al personale dei servizi pubblici essenziali e al personale impiegato nelle aziende di trasporto pubblico locale e del servizio di igiene urbana e raccolta rifiuti. Impianti sportivi del Taliercio a Mestre e centro sportivo Reyer di Sant'Alvise a Venezia messi a disposizione per questo. Il test rapido è quello con la goccia di sangue a cui segue, unicamente nel caso di risultato positivo, il tampone e la presa in carico da parte dell'Ulss 3.

Taliercio test sierologici-2

«Siete parte importante della strategia di contrasto al contagio che la Regione ha messo in campo fin dai primi giorni - ha detto il direttore generale Giuseppe Dal Ben agli operatori impegnati al Palasport nell'attività di screening - Gli ospedali hanno fatto e stanno facendo la loro parte, - ha aggiunto - ma anche quanto viene fatto sul territorio è fondamentale. Controllo, prevenzione, indagini vaste: grande è l'utilità di questi interventi, ed è importante che la popolazione veda questa impegno e questo grande lavoro, sostenuto dalle amministrazioni civiche e che lo affianchi con comportamenti attenti e responsabili». 

Nei prossimi giorni saranno quindi testate più di 5 mila persone. Saranno svolti ulteriori controlli anche al centro sportivo Sant'Alvise in centro storico. A sottoporsi all'attività di tracciamento il personale dei servizi pubblici essenziali, delle aziende di trasporto pubblico locale e del servizio di igiene urbana e della raccolta rifiuti. Queste giornate di screening si aggiungono a quelle già svolte in precedenza, due settimane fa, nel territorio metropolitano. Una prima fase che ha visto, nel Comune di Venezia, 1800 persone sottoposte al test rapido: tra queste agenti della polizia locale, volontari della protezione civile e dei servizi di strada. Controlli che hanno fatto emergere solo 9 test positivi, risultati poi negativi al successivo tampone. 

«Nel giro di poco tempo - ha affermato l'assessore alla Coesione sociale Simone Venturini sul posto - contiamo di testare fino a circa 1000 persone al giorno impegnate nei servizi pubblici essenziali. Uno sforzo organizzativo poderoso che, grazie al lavoro dell'Ulss 3, oggi coadiuvata anche dal personale di Fondazione Venezia e Ipav (Istituzioni pubbliche assistenze veneziane), consente di effettuare controlli accurati e rapidi nel rispetto delle prescrizioni e con la capacità di intervenire con i protocolli previsti in caso di riscontro di positività».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune e Ulss 3, da oggi altri 5 mila test sierologici ai dipendenti

VeneziaToday è in caricamento