menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Thetis, iniziate le ispezioni a San Marco per gli interventi contro i rischi di allagamento

Le indagini sono state svolte con tomografia elettrica alla “Porta della Carta” al fine di esplorare il sottosuolo. Il progetto di salvaguardia del nartece prevede l’installazione di 5 valvole

È iniziata mercoledì la fase esplorativa nell’ambito degli interventi per la riduzione del rischio di allagamento nel nartece e nelle aree limitrofe della Basilica di San Marco, di cui Thetis segue la direzione lavori, attraverso l’architetto Francesco Lanza. Sono state avviate delle indagini con tomografia elettrica, una moderna metodologia d'indagine geofisica, di fronte alla “Porta della Carta” per avere maggiori indicazioni sulle preesistenze (vecchi cunicoli, pozzi, o altro) e sottoservizi nel sottosuolo.

Le valvole contro l'invasione dell'acqua

Queste ispezioni sono necessarie in quanto il progetto di salvaguardia del nartece prevede l’installazione di 5 valvole, che consentono di scollegare il cunicolo perimetrale (che sarà inoltre restaurato) dalla rete, e impedire così la risalita delle acque alte. Poiché, tuttavia, lo stesso cunicolo raccoglie anche quota parte delle acque piovane della piazza, sarà pure necessario inserire delle pompe di svotamento per evitare che il nartece venga allagato dalla pioggia in caso di coincidenza di acque alte e precipitazioni importanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento