Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Il ticket di accesso slitta per difficoltà tecniche di Trenitalia. Brugnaro: «Nessuna fretta»

Ritardato ulteriormente (probabilmente a settembre) l'avvio della riscossione del contributo, che inizialmente era previsto per maggio

Ci saranno ritardi nell'entrata in vigore del contributo di accesso alla città di Venezia: «Abbiamo un problema con Ferrovie dello Stato - ha spiegato oggi il sindaco Luigi Brugnaro - I tecnici dicono che non ce la fanno a costruire un biglietto più semplice, perché loro hanno una grande rete commerciale». Le difficoltà derivano, in pratica, dal fatto che la rete di Trenitalia è troppo vasta per riuscire a predisporre l'incasso della tassa in tempi brevi. «Crediamo sia opportuno dare il tempo che serve per fare le cose bene, non abbiamo fretta - ha aggiunto il sindaco -. E siccome lo diamo a Trenitalia è giusto che lo diamo anche a tutti gli altri operatori, altrimenti avremmo svantaggiato qualcuno».

Messaggio ai turisti

Brugnaro ha ribadito che l'intento non è quello di «fare cassa». «Il contributo di accesso - ha detto - era un modo per cui tutti sapessero che bisogna rispettare la città, ed è un obiettivo che abbiamo già raggiunto». E ha concluso: «Non abbiamo nessun bisogno di bilancio, il problema è che tutti quelli che vengono devono farlo in modo decoroso e capire che Venezia non è un parco giochi, che non si può bivaccare per la strada, che c'è gente che vive, ci sono i bambini che vanno a scuola. Bisogna venire con dignità, dare rispetto alla città e si otterrà grande rispetto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ticket di accesso slitta per difficoltà tecniche di Trenitalia. Brugnaro: «Nessuna fretta»

VeneziaToday è in caricamento