Tiger Blues di Jimi B. Jones: una favola moderna sul conflitto tra razionalità e passione

L'autore del libro si racconta e promuove il suo primo romanzo alla Libreria Acqua Alta di Venezia

Jimi B. Jones alla presentazione del libro Tiger Blues

Seduto all'interno di una gondola e circondato da libri di altri autori, Jimi B. Jones ha presentato il suo primo romanzo, Tiger Blues, insieme alla sua editor Roberta Giulia Amidani, nella libreria Acqua Alta di Venezia in una giornata in cui l'acqua alta è tornata inaspettatamente a dominare la scena in città. Una location suggestiva ha fatto da cornice al racconto dell'autore, celato dietro uno pseudonimo, della sua opera prima: Tiger Blues, edito da Watson Edizioni.

Tra appassionati di letteratura e turisti curiosi Jimi B. Jones ha introdotto Tiger Blues definendolo una favola moderna. Favola perché come in tutte le narrazioni definite tali abbiamo personaggi animali ed è presente una morale; moderna perché la storia del protagonista abbraccia tutti quelli che sono i conflitti interiori e gli ideali della società moderna e proprio su questi cerca di riflettere e far riflettere il lettore. Oltre a essere una favola moderna, Tiger Blues è anche un romanzo di formazione, a definirlo così è lo stesso autore in quanto leggendo il libro siamo testimoni di una crescita interiore del protagonista in un contesto di personaggi molto polarizzati e scelti apposta per questo.

Jimi B. Jones non nega la presenza di tratti autobiografici all'interno della storia di Tiger Blues, dopotutto uno scrittore non può mai davvero distaccarsi da se stesso mentre scrive ed è proprio da una dualità propria dell'autore e di molte persone in questa società, che nasce la storia di questo libro: il conflitto tra razionalità e passione. 

Il conflitto tra razionalità e passione è un tema a me molto caro in quanto nella mia vita è stato sempre presente. È il conflitto tra due mondi che sono dentro di noi. Spesso siamo molto polarizzati: o estremamente logici e razionali o estremamente passionali e a volte perdiamo un po' il filo lungo la strada.

Protagonista del libro è Jim Beam, ed è una tigre. Non lo si capisce subito ma lo si scopre attraverso le pagine e il bello è proprio questo. I personaggi animali e umani sono, infatti, mantenuti sullo stesso livello e questo permette di non svelare subito l'identità del protagonista. Si tratta di un animale che è stato scelto proprio perché l'autore ritiene che ognuno abbia una "tigre" dentro, ovvero la passione. Il protagonista, infatti, non è altro che l'immagine simbolo della capacità e, se vogliamo, della necessità dell'uomo di essere passionale.

Spesso ci dimentichiamo nel momento in cui costruiamo la nostra esistenza che non siamo fatti soltanto di obblighi e responabilità ma dentro di noi c'è una parte che reclama di vivere la vita con profondità e che cerca il suo lato selvaggio e la sua determinazione come esseri umani e non soltato come centratori di bersagli. 

Il titolo del libro è Tiger Blues. Il termine blues ha una doppia valenza, da un lato rappresenta la musica blues: un genere che nasce dalle abilità degli schiavi afroamericani che riuscivano a uscire da questo stato di sottomissione esprimendo i propri sentimenti con la musica. Blues però è anche una parola traducibile in tristezza, inevitabile e dominante al mondo d'oggi e che può essere sconfitta solo con la riscoperta di se stessi e della propria identità.

La libertà, la noia, il successo, la tristezza sono tutte tematiche che emergono nella lettura di Tiger Blues: storia di un'amicizia e di un palcoscenico, di crescita, di successi, di cadute, di applausi e di tradimenti, di incontri e solitudine, come descrive la quarta di copertina del libro. 

Riuscirà allora Jim Beam a sconfiggere la solitudine, evitare la noia, ritrovare se stesso e raggiungere la libertà? L'unico modo per scoprirlo è prendere in mano il libro, aprirlo e addentrarsi, con mente e cuore, in questo mondo di finzione fino ad arrivare all'ultima pagina.

Buona lettura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento