Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità San Marco

Gli angeli del decoro tornano nel cuore della città. «Si va verso la prenotazione della visita»

Uno stanziamento di 250 mila euro dalla giunta per i guardians: il tradizionale servizio di supporto al turismo, supervisione delle zone delicate e prevenzione di comportamenti contro il decoro in area Marciana e Realtina. Da metà giugno ad ottobre

Stamattina, martedì 25 maggio, la giunta comunale ha deciso di riavviare il servizio dei guardians in area Marciana e Realtina, gli "angeli del decoro" a supporto dell'informazione ai visitatori, dell'accoglienza turistica e della supervisione dei luoghi più delicati e fragili della città. La presenza di questi operatori, come da proposta dell'assessore comunale al Turismo Simone Venturini, serve anche a prevenire comportamenti non compatibili con il decoro e il rispetto di questi spazi. Un servizio per il quale l'Amministrazione comunale ha stanziato un importo pari a 250 mila euro.

I guardians entreranno in funzione da metà giugno e garantiranno il loro servizio non solo in piazza San Marco ma anche nei punti di accesso principali del centro storico e nelle aree contraddistinte da un maggiore flusso pedonale. Il loro compito sarà quello di sensibilizzare i visitatori al rispetto delle buone pratiche da seguire per un turismo responsabile e sostenibile e per garantire il decoro della città, nonché di orientamento del turista. Saranno in media 10 ogni giorno le persone che, per tutti i mesi estivi e fino ad ottobre, presidieranno i luoghi di maggior afflusso.

«Il personale selezionato - dichiara l'assessore Venturini - lavorerà in sinergia con i punti di informazione turistica e con la polizia locale per garantire un servizio efficace. La città è pronta ad accogliere turisti provenienti da ogni parte del mondo ma pretende il rispetto della sacralità dei luoghi, del decoro cittadino e dei residenti». I guardians lavoreranno insieme agli agenti di polizia locale che interverranno qualora dovessero registrarsi infrazioni ai regolamenti comunali.

Un percorso di formazione garantito dal settore Turismo del Comune e dalla polizia locale servirà ai guardians per esprimersi in più lingue, conoscere le norme del Regolamento e imparare anche come porsi nei confronti di cittadini con culture e tradizioni differenti. Saranno riconoscibili grazie a pettorine ad hoc con lo slogan #EnjoyRespectVenezia e a loro disposizione avranno volantini esplicativi stampati in più lingue, per offrire al visitatore consigli e indicazioni utili sui servizi cittadini. «Venezia si sta attrezzando per gestire le possibili criticità che, in determinati giorni, un afflusso troppo elevato di persone in centro storico può comportare - conclude Venturini - Il tutto in vista dell'entrata in vigore del Contributo di accesso, attivo dal 2022, e della prospettiva di arrivare a una prenotazione della visita a Venezia, con l'obiettivo di favorire un turismo pernottante, da sempre è linfa vitale per la nostra città».
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli angeli del decoro tornano nel cuore della città. «Si va verso la prenotazione della visita»

VeneziaToday è in caricamento