Attualità

Parte domenica il tour nelle piazze di Cav e polizia stradale per la sicurezza

In campo operatori e mezzi della concessionaria e della Polizia Stradale

Come funziona un casello autostradale e perché il telepedaggio conviene? A cosa servono gli ausiliari della viabilità? Come operano la polizia stradale e la sala che gestisce ogni tipo di intervento e segnalazione in autostrada? E ancora: a cosa servono i droni nell’opera di monitoraggio delle infrastrutture e quali sono i comportamenti corretti da tenere alla guida per effettuare un viaggio confortevole e sicuro?

Queste e tante altre domande potranno essere rivolte direttamente agli operatori autostradali e della sicurezza, in occasione dell’iniziativa “Cav in Piazza”, che per la prima volta vedrà la concessionaria autostradale andare direttamente dai cittadini, nelle piazze delle città, insieme agli operatori della polizia stradale. Il 3 ottobre in Piazza del Duomo a Treviso, il 10 ottobre in Piazza Coin a Mestre e il 17 ottobre in Prato della Valle a Padova, Cav incontrerà i cittadini promuovendo le proprie attività in tema di sostenibilità e sicurezza.

Ci sarà la possibilità, attraverso un percorso alla scoperta delle persone, dei mezzi, delle procedure e dei dispositivi in uso alla concessionaria e alla polizia, di incontrare le donne e gli uomini che ogni giorno operano lungo la tratta per assicurare sicurezza, regolarità del traffico e assistenza ai viaggiatori. Si potranno scoprire da vicino i mezzi e le strumentazioni in uso, tra cui veicoli storici e da esposizione, i mezzi operativi autostradali, tra cui la Mobile Control Room (il centro operativo mobile di Cav), il drone utilizzato per il monitoraggio delle infrastrutture e del traffico e la nuova Mobile Info Service, l’unità mobile di assistenza viaggiatori che Cav ha predisposto per implementare i propri servizi all’utenza, fornendo informazioni anche fuori dalla propria sede di Mestre.

Anche la polizia presenterà a grandi e piccoli i propri mezzi e attività. Da parte di Concessioni Autostradali Venete, come ulteriore attività legata alla sicurezza e alla scorrevolezza del traffico, ci sarà anche la possibilità di aderire alla campagna “Riparti con Cav”, senza doversi recare al Centro Servizi di Marghera: l’iniziativa prevede l’acquisizione di un Telepass Family per chi risiede nelle tre province (Venezia, Padova, Treviso) e non abbia ancora un apparato di telepedaggio a bordo della propria auto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte domenica il tour nelle piazze di Cav e polizia stradale per la sicurezza

VeneziaToday è in caricamento