Rettile marino in spiaggia a Jesolo: il Tropicarium Park lo recupera

Allarme in spiaggia dalla torretta 9 di piazza Trento per una biscia marina. Gli addetti del parco marino recuperano una biscia d'acqua e la rimettono in natura

È stata trovata, in spiaggia a Jesolo, una biscia d'acqua sotto un pontile che subito ha spaventato i bagnanti. A recuperare il rettile è stato il personale del Tropicarium Park che, dopo l'allarme lanciato, è arrivato sul posto e ha rimesso l'animale marino in natura. La tutela del patrimonio faunistico autocnino, infatti, è una delle funzioni del parco zoologico che si occupa di cura e ricovero di 400 esemplari di 100 specie, alcuni di questi recuperati proprio sul territorio. 

I dettagli del recupero

Ad individuare il rettile, una femmina di Natrix Tassellata lunga 50 centimetri, è stato il bagnino della torretta 9, arenile di piazza Trento, Leonardo Ballarin, durante il servizio di monitoraggio e salvamento in spiaggia. L’animale, completamente innocuo per gli esseri umani, martedì stava cacciando piccole prede ittiche sotto un pontile, ma durante le sue evoluzioni subacquee era stato notato da alcuni bagnanti che si erano preoccupati e per questo hanno avvisato il bagnino. I turisti infatti, non conoscendo le specificità del rettile e nemmeno la sua pericolosità effettiva, non osavano avvicinarsi al pontile e nemmeno tuffarsi nelle vicinanze. Per questo è stato richiesto l’intervento degli esperti veterinari del Tropicarium Park, parco zoologico riconosciuto dal ministero dell'Ambiente, allestito al PalaInvent di piazza Brescia, che ospita esemplari di 100 specie animali, soprattutto esotiche, alcune estinte o in via di estinzione.

«Abbiamo recuperato e preso in custodia il rettile - spiega il curatore della sezione Predators del Tropicarium Park di Jesolo, esperto di ictiofauna, Alessandro Mannina - giusto il tempo di constatare il suo stato di salute con una accurata visita veterinaria con l’intenzione di rilasciarlo il prima possibile in modo da crearle il minor stress da cattura. L’animale in quella zona della spiaggia sarebbe stato infastidito e per questo lo abbiamo portato in un’area più tranquilla dello stesso comune nella zona della pineta».

«Da due anni Tropicarium Park ha la qualifica ministeriale di parco zoologico ospitando gli animali esotici recuperati sul territorio - spiega il direttore scientifico di Tropicarium Park, Diego Cattarossi - ruolo che ci permette di fare divulgazione didattica per le scuole sulla fauna marina nazionale ed estera, collaborare a progetti di ricerca con le università, ma soprattutto che riveste un'importanza fondamentale in quest'epoca come banca genetica di tutte le specie, soprattutto per favorire la riproduzione delle specie in pericolo d'estinzione o dichiarate estinte con l'aiuto di altri partner europei e mondiali».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Biglietti per Tropicarium e La Fabbrica della scienza: come averli a prezzi scontati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia: «Vicenda di Jesolo inconcepibile, certe aggregazioni sono un danno sanitario»

  • Polemiche su tre consiglieri leghisti per la richiesta del bonus Inps da 600 euro

  • Chiusura del raccordo da Venezia verso la tangenziale di Mestre

  • Noale in lutto, è morto a 29 anni il consigliere comunale Damiano Caravello

  • Noto albergatore di Jesolo muore in un incidente stradale

  • Rapina una 15enne, la minaccia con delle forbici e la molesta sessualmente: denunciato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento