Attualità

Turisti sulle spiagge di Cavallino prima di Pentecoste: gli operatori scommettono sulla ripresa

Prende avvio la stagione turistica: il 2021 si apre con tanta voglia di normalità e visitatori italiani ed esteri. «Bene aver eliminato l'incognita quarantena, ma ora c'è quella sui tamponi»

Alle soglie della Pentecoste prende avvio la stagione turistica a Cavallino-Treporti. Il 2021 si presenta con tanta voglia di normalità, con visitatori sia italiani che esteri. L’avvio ufficiale della stagione balneare anticipa di una settimana la Pentecoste che storicamente riversa sulle strutture ricettive di del litorale una vera e propria ondata di turisti d’oltralpe. Gli ospiti nei camping non mancano neanche in questi giorni, primo vero test in vista del prossimo weekend che, a vedere le prenotazioni, fa ben sperare in un rapido ritorno alla normalità e alla voglia di viaggiare.

«Fino a pochi giorni fa la situazione era ancora incerta e in divenire – spiega Mattia Enzo, vicepresidente del Consorzio parco turistico di Cavallino-Treporti –, ma con il nuovo decreto del governo abbiamo avuto un importante aiuto. Dopo il rassicurante discorso di Draghi al G20, infatti, i turisti hanno ripreso fiducia e ciò ha dato gande impulso alle prenotazioni, anche per le nostre strutture ricettive. Constatiamo un netto aumento delle prenotazioni soprattutto dall’estero e questo ci permette di guardare con fiducia alla prossima Pentecoste, che è alle porte e che vedrà tutte le nostre strutture aperte. Manca ancora una settimana, però il comparto sta già ricevendo molte prenotazioni e soprattutto confermando quelle che erano pervenute durante il periodo invernale». Senza l’incognita quarantena è tornato a rafforzarsi il mercato estero. Quella che ancora permane, però, anche se si cerca una rapida soluzione, è l’incognita inerente i tamponi. In base al decreto, gli ospiti in arrivo dai paesi esteri devono fare un tampone in entrata entro 48 ore dall’arrivo, e in uscita, entro 48 ore dalla partenza.

«Sul fronte della promozione abbiamo un progetto unitario di localitàche si rivolge sia ai nostri mercati storici di riferimento esteri, sia a quello italiano. Un’azione che prevede degli investimenti in comunicazione sulla carta stampata, sulle riviste di settore estere e sulle televisioni (da poco è stato diffuso uno spot sulle reti Rai, oltre che sui social e sul web). Storicamente la percentuale di ospiti di madrelingua tedesca, quindi provenienti da Germania, Austria e Svizzera, ammonta al 60% delle presenze complessive di queste località.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti sulle spiagge di Cavallino prima di Pentecoste: gli operatori scommettono sulla ripresa

VeneziaToday è in caricamento