Attualità

In videoconferenza con l’Università Iuav di Venezia: al centro come pianificare l'emergenza

Un percorso di formazione e supporto nella pianificazione dell’emergenza a livello comunale si è svolto nel Progetto Piani Sicuri

Si è svolta stamattina l'ultima formazione del Progetto Piani Sicuri, voluta e finanziata dalla Provincia di Vicenza, che ha coinvolto tutti i Comuni della Provincia in un percorso di formazione e supporto nella pianificazione dell’emergenza a livello comunale. Il percorso ha portato nei mesi di settembre-novembre a 11 incontri con assessori, tecnici comunali, professionisti e volontari di tutta la provincia, e ha visto la partecipazione attiva di tutti i 109 Comuni della Provincia.

L'evento

L’Università Iuav di Venezia, rappresentata da Mattia Bertin e dal prof. Francesco Musco, del Planning Climate Change Lab, ha fornito formazione, competenza e materiali di supporto prodotti appositamente per aiutare tutti i comuni della Provincia, a prescindere dalla dimensione, a prepararsi per gli eventi estremi sempre più frequenti. Iuav ha raccontato quali sono i rischi principali del territorio, come organizzare una pianificazione di protezione civile efficace e come coinvolgere i cittadini, elemento necessario per mettere in sicurezza i nostri comuni. L'Ateneo ha inoltre prodotto delle schede che saranno adottate gratuitamente da tecnici e comuni per avere uno strumento uguale e condiviso, pensato per essere chiaro, breve e operativo, superando i piani spesso burocratici e poco legati all’esperienza. La Provincia di Vicenza, in particolare nelle figure di Lina Ongaro e Maurizia Tobaldo, guidate dal direttore di Area Josè Roberto Bavaresco, e con il pieno e partecipe supporto del consigliere delegato Massimiliano Dandrea, ha diretto il percorso, svolgendo quel necessario ruolo di ponte tra competenze e territorio che è chiamata ad avere.

Il percorso

Con l’evento, svoltosi da remoto, si è visto come la Provincia di Vicenza e i suoi comuni abbiano a cuore le questioni della sicurezza territoriale e della protezione civile, e come sia possibile interagire e formarsi in rapporto con l’Università anche in un momento in cui spostamenti e incontri sono così difficili. Commenta a nome di Iuav il delegato del rettore alla Ricerca, Francesco Musco: «Esprimiamo grande soddisfazione per un percorso intensamente condiviso, di forte impatto positivo sui territori e molto ben recepito da tutti i comuni coinvolti. Crediamo che il valore aggiunto della ricerca stia nella capacità di miglioramento della vita dei cittadini e nell’essere al servizio delle pubbliche amministrazioni che si trovano a fronteggiare i rischi del nostro tempo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In videoconferenza con l’Università Iuav di Venezia: al centro come pianificare l'emergenza

VeneziaToday è in caricamento