Attualità

L'Uomo Vitruviano va al Louvre, il sì dell'Italia al prestito

Il direttore delle Gallerie dell'Accademia autorizza lo spostamento per 8 settimane del disegno di Leonardo in Francia, in cambio Raffaello a Roma

L'Uomo Vitruviano va al Louvre, il sì dell'Italia al prestito

Arriva l'ok del direttore delle Gallerie dell'Accademia di Venezia, Giulio Manieri Elia, che autorizza il prestito dell'Uomo Vitruviano al Louvre. Il disegno di Leonardo, conservato nel museo veneziano, andrà, infatti, per 8 settimane a Parigi per una mostra dedicata al più grande artista e inventore italiano che si apre il 24 ottobre. La notizia arriva direttamente dal ministero di cultura e turismo guidato da Dario Franceschini che oggi, a Parigi, firmerà con il suo omologo francese, Franck Riester, il Memorandum di partenariato Italia-Francia per il prestito delle opere di Leonardo al Louvre e di quelle di Raffaello alle Scuderie del Quirinale per marzo 2020. 

Si era discusso dello scambio di opere tra il Louvre e i musei italiani durante il governo Gentiloni senza che però fosse stato ancora stabilito un accordo che è arrivato, invece, oggi e che segue la nuova normativa dell'ex ministro Bonisoli secondo cui deve essere il direttore del museo a decidere del prestito, sentito, però, il parere del segretario generale, del direttore generale Mibac per l'arte e l'archeologia e del direttore generale musei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Uomo Vitruviano va al Louvre, il sì dell'Italia al prestito

VeneziaToday è in caricamento