Vajont: è il progetto VR della Biennale che parteciperà a Venezia 77

Un’esperienza interattiva in prima persona, ambientata nella valle del Vajont qualche ora prima del disastro

È l’italiano Vajont, proposto dal team composto dalla regista e artista visiva Iolanda Di Bonaventura e dal produttore Saverio Trapasso, il progetto in Virtual Reality selezionato alla conclusione delle varie fasi della quarta edizione (2019 – 2020) di Biennale College Cinema – VR. Vajont parteciperà così, nella sezione Venice Virtual Reality, alla 77. Mostra Internazionale d’arte cinematografica, dal 2 al 12 settembre 2020.

Il film è un’esperienza VR interattiva in prima persona, ambientata nella valle del Vajont qualche ora prima del disastro. La vicenda è incentrata su un dialogo fra marito e moglie: la donna subodora il pericolo e vuole allontanarsi; il marito invece respinge qualsiasi idea di pericolo. Il progetto aveva partecipato in precedenza a un workshop conclusivo di selezione, svolto dal 3 al 6 marzo interamente in modalità virtuale, insieme ad altri due team della Germania e della Gran Bretagna, selezionati a loro volta tra dodici progetti, scelti a seguito di una Call internazionale e una nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento