Attualità

Cultura: 1.450 milioni di euro di valore aggiunto a Venezia

Venezia è la prima provincia del Veneto per peso specifico sull’economia del proprio territorio

Cultura e creatività si affermano anche a Venezia come settore cruciale per l’economia nel 2022. A confermarlo sono i dati provinciali messi a disposizione da Fondazione Symbola ed Unioncamere nell’ambito del rapporto annuale “IoSonoCultura2023”. Un valore aggiunto, quello generato dal settore, che ammonta a 1.450 milioni di euro per Venezia, con un peso specifico sull’economia provinciale del 5,8%. Percentuali che superano il dato nazionale (5,6%), il dato dell’area Nord Est (5,2%) e il dato regionale (5,4%).

In Italia, secondo il rapporto “IoSonoCultura2023”, le imprese culturali e creative registrate sono 275.318, generano un valore aggiunto pari a 95.500 milioni di euro (+1,8% rispetto al 2021), impiegano più di 1.490.000 dipendenti. Più di un quinto di queste aziende si trovano nell’area Nord Est (54.404) e ben 23.072 in Veneto, regione che occupa nel settore cultura e creatività più di 140mila addetti suddivisi nei sottosettori. Il valore aggiunto economico in Veneto raggiunge quasi 9.600 milioni di euro (il 10 per cento del dato nazionale) con un peso sull’economia regionale pari al 5,4%.

Venezia prima provincia del Veneto

Nella città metropolitana di Venezia il comparto culturale e creativo ha generato nel 2022 1.450 milioni di euro di valore aggiunto economico con un peso specifico sull’economia provinciale del 5,8%. Le imprese registrate nella città metropolitana ammontano a 4.193 ed occupano 24.525 addetti, rappresentando il 5,4% delle imprese registrate totali ed il 6,5% degli occupati.

Venezia si classifica come la prima provincia del settore in Veneto per peso sull’economia del proprio territorio, al pari merito di Padova al 5,8%, seguita da Vicenza (5,5%), Treviso e Verona (entrambe al 5,3%), Belluno (4%) e Rovigo (3,8%); è, inoltre, al primo posto per incidenza di numero di occupati sul totale degli occupati della provincia (6,5%) seguita da Padova (6,3%), Vicenza (6,2%), Treviso (6,1%), Verona (5,9%), Belluno (4,6%) e Rovigo (4,2%); infine, è al primo posto anche per incidenza del numero di imprese registrate (5,4%), sul totale delle imprese registrate nel rispettivo territorio di riferimento, seguita da Padova (5%), Vicenza e Belluno (4,8%), Treviso e Verona (4,7%) e Rovigo (2,8%). Guardando alla composizione dei sottosettori i dati del territorio vedono editoria e stampa che generano 188,8 milioni di euro di valore aggiunto, architettura e design 176,1 milioni, videogames e software 174,7 milioni, patrimonio storico e artistico 126,2, performing arts e arti visive 77,4, audiovisivo e musica 61,3 e comunicazione 28,7 milioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: 1.450 milioni di euro di valore aggiunto a Venezia
VeneziaToday è in caricamento