Attualità

Assembramenti permanenti sui mezzi di trasporto pubblico

Le immagini sui social e degli utenti: vaporetti affollati, mancato distanziamento anti Covid. La situazione non è cambiata e c'è chi chiede: «ripristinare tutte le linee»

Vaporetti affollati in piena estate

Alcuni utenti dei mezzi acquei del trasporto pubblico locale, che li utilizzano in laguna per lavoro o necessità, viaggiano con preoccupazione perché non c'è la possibilità di rispettare il distanziamento sociale. Lo testimoniano le immagini sui social e le foto fatte girare da alcuni viaggiatori che chiedono attenzione contro gli assembramenti. I treni a lunga percorrenza starebbero tornando, ad esempio, al regime di distanziamento fra i posti a sedere della scorsa primavera se i contagi continuano.

«Oggi a Murano, a Burano, ma anche in altre parti del territorio, si sono registrate code agli imbarcaderi - scrive la capogruppo Pd Monica Sambo -. Persone rimaste a terra e mezzi stracarichi: una situazione che mette a rischio la salute di cittadini e lavoratori. Una situazione che anche senza emergenza sanitaria non è accettabile. Il trasporto pubblico locale deve essere a servizio dei cittadini. È inaccettabile che le corse siano ancora ridotte - scrive - Bisogna potenziare le linee di acqua e di terra anche in considerazione della ripresa turistica».

WhatsApp Image 2020-08-12 at 21.25.33 (1)-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assembramenti permanenti sui mezzi di trasporto pubblico

VeneziaToday è in caricamento