San Donà, Musile e Noventa: arrivano i varchi per il controllo delle targhe

Ne sono previsti due: uno dislocato in via Calvecchia, l'altro sul ponte dei Granatieri

Varchi per leggere le targhe a San Donà, Musile e Noventa di Piave. La misura di sicurezza, tanto invocata dalle forze dell'ordine del territorio, diventa realtà anche grazie al contributo ministeriale previsto dal cosiddetto decreto sicurezza.

«Per una migliore sicurezza»

«Rispondiamo a una richiesta che ci è stata rivolta da tutte le forze dell’ordine, e che riesce a garantire una migliore sicurezza in ambito territoriale - spiega Walter Codognotto, assessore alla Sicurezza - è un’azione che permette un’attività coordinata di presidio con i  comuni di Musile e Noventa. Infatti i varchi sono tutti collegati tra loro, e questo significa un miglior presidio del territorio ad ampio spettro e in forma collaborativa».

Due varchi

Saranno previsti due varchi per la lettura delle targhe a doppio senso di marcia, uno dislocato in via Calvecchia, l'altro sul ponte dei Granatieri. Il controllo dei veicoli avverrà in tempo reale, «sia per quanto riguarda la sicurezza stradale sia in relazione alle caratteristiche dei veicoli. - ha spiegato il comandante della polizia locale Marino Finotto - Potremo usufruire di un software integrato che offre una serie di funzionalità aggiuntive, come l’individuazione di targhe ricercate attraverso la gestione di una black list, la verifica in tempo reale di veicoli non assicurati o con revisione scaduta, ma anche il riconoscimento dei codici ADR/Kemler relativi alle merci pericolose e il conteggio automatico dei transiti».

Sostituzione delle telecamere già presenti

«Ricordiamo - chiude l’assessore Codognotto - che attualmente è in corso un processo di sostituzione delle attuali videocamere con sistemi tecnologicamente più avanzati: sul Ponte della Vittoria, sulla rotatoria di via Calvecchia e su via XIII Martiri ciascun punto passerà dall’avere una videocamera ad averne tre, mentre in zona Pip all’intersezione di via Revine la videocamera attuale verrà sostituita con un Dome (con vista a 360 gradi) e un nuovo Dome verrà installato in zona stazione tra l’intersezione di via Baron e via Venezia. Anche in un contesto di risorse limitate
l’attenzione alla sicurezza in città rimane una priorità per l’amministrazione».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Banksy è stato a Venezia: il video pubblicato su Instagram

  • Economia

    Istruzione, viabilità, rifiuti: a Venezia spesa alta ma efficiente, i dati dell'osservatorio

  • Mestre

    Un chilo di eroina in macchina: era il carico della settimana

  • Cronaca

    Autonoleggio in aeroporto: in una ditta in appalto spunta il lavoro nero

I più letti della settimana

  • Acqua e limone a digiuno la mattina: verità o falso mito?

  • Pugni e sassi contro due giovani: pitbull difende i padroni e azzanna gli aggressori

  • Ciclista investito, elitrasportato in gravi condizioni dopo l'impatto a terra

  • Maltempo: la mareggiata cancella la spiaggia a Eraclea, danni anche a Caorle

  • Denti perfetti: tutte le regole da seguire per una corretta igiene orale

  • Presunta violenza sessuale in discoteca, una ragazza all'ospedale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento