Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il varo della prima barca "post Covid", una topetta a motore elettrico | VIDEO

A breve ne arriverà un'altra, dotata di pedana levatrice per permettere ai disabili di visitare Venezia

 

Un’imbarcazione ecologica al 100%, tutta in legno e dotata di un motore elettrico, realizzata dal giovane maestro d’ascia Giovanni Da Ponte. La prima varata dopo le due grandi emergenze che hanno colpito i questi mesi Venezia: l’acqua alta e la pandemia dovuta al coronavirus.

Alla cerimonia del battesimo del mare dalla “topetta”, svoltasi questa mattina al cantiere nautico “Il Barcarizzo” di Murano, ha preso parte, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, l’assessore allo Sviluppo economico, Simone Venturini: «È un momento di festa – ha sottolineato Venturini – ed insieme di grande significato, perché testimonia la voglia di ripartire della nostra città. Ed è bello che questo avvenga in una della arti in cui Venezia da sempre eccelle, con un’imbarcazione che coniuga il sapere artigianale di secoli, con la moderna tecnologia: passato e presente che si fondono per segnare la strada futura».

Un occhio di riguardo anche verso l'ambiente: «I consumi sono ridicoli», dice il costruttore del motore elettrico Giovanni Parise.

Importanti i progetti futuri: «A breve costruiremo un'ulteriore imbarcazione elettrica che darà l'opportunità ai disabili di visitare Venezia. Sarà dotata di una pedana levatrice e di un motore elettrico per non inquininare l'ambiente» conclude Giovanni Da Ponte.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento