Sabato, 19 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Georg Baselitz omaggia Emilio Vedova con una mostra a Venezia | VIDEO

La mostra "Vedova accendi la luce" si terrà dal 20 maggio al 31 ottobre presso il Magazzino del Sale della Fondazione Emilio e Annabianca Vedova. Ad essere esposte sono numerose tele di grandi dimensioni, con sviluppo verticale, che raccontano il legame artistico e affettivo tra Georg Baselitz ed Emilio Vedova

Un connubio artistico e una profonda amicizia hanno legato Georg Baselitz ed Emilio Vedova per oltre quarant’anni. Ora questo legame verrà esposto nella mostra Vedova accendi la luce, che si terrà dal 20 maggio al 31 ottobre presso il Magazzino del Sale della Fondazione Emilio e Annabianca Vedova.

Si tratta di un grande omaggio dedicato al maestro veneziano: ad essere esposte sono infatti alcune opere che l’artista tedesco ha creato espressamente per questa mostra, realizzandole attraverso uno stile di pittura “alla maniera” di Vedova. Le tele, tutte delle stesse grandi dimensioni (300x212 cm) con sviluppo verticale, scandiscono le pareti bianche costruite appositamente all’interno del Magazzino del Sale creando un’installazione rigorosa e ritmata. Sono sette i quadri dedicati a Vedova, realizzati perlopiù con tecnica monocromatica, i cui titoli offrono al pubblico lo spunto per cogliere qualche dettaglio in merito alla relazione tra l’artista e il suo amico di lunga data.

L’intesa tra Baselitz e Vedova nacque nella Berlino divisa dal muro, dove il maestro veneziano visse per circa due anni. Il legame che unì i due artisti è ammirabile ora nelle tele esposte a Venezia ma è stato già esplicitato in precedenza: Baselitz fu curatore, sempre nello spazio del Magazzino del Sale, della mostra Emilio Vedova di/by Georg Baselitz, in cui presentava una scelta di opere vedoviane degli anni ’50 e degli anni ’80. Particolarmente coinvolgente, poi, fu l’omaggio che Baselitz fece alla Biennale di Venezia del 2007 all’amico veneziano, subito dopo la sua scomparsa, con una serie di quadri di straordinaria forza espressiva.

La mostra, realizzata su un disegno espositivo predisposto da Fabrizio Gazzarri e Detlev Gretenkort, è sostenuta da Generali Valore Cultura, il programma pluriennale di Generali Italia per rendere l’arte e la cultura accessibili a un pubblico sempre più ampio ed è inoltre organizzata con la collaborazione di Galerie Thaddaeus Ropac, London – Paris – Salzburg. Oltre agli omaggi rivolti a Vedova, sono esposte anche dieci opere inedite che richiamano il tema del cosiddetto “gelato” (Speiseeis) e dedicate alla moglie Johanna Elke Kretzschmar. Il catalogo è edito da Marsilio.

«Vedova accendi la luce – dal titolo, enigmatico, di uno dei quadri esposti – è una mostra incredibilmente suggestiva non solo per l’originalità del segno pittorico, ma anche perché Baselitz sembra voler giocare, ma soprattutto dialogare, con Emilio fingendo di imitarlo nei tratti informali e scherzando allusivamente con i titoli dei quadri. L’individualità, l’unicità, l’esclusività sono i connotati essenziali del timbro dell’arte. È infatti veramente inusuale che, come in questo caso, un artista si impegni intellettualmente, sentimentalmente ed espressivamente nel mondo di un altro artista» ha spiegato Alfredo Bianchini, presidente della Fondazione Emilio e Annabianca Vedova.

Ulteriori informazioni sono disponibili online.

Si parla di

Video popolari

Georg Baselitz omaggia Emilio Vedova con una mostra a Venezia | VIDEO

VeneziaToday è in caricamento