Vigili, «Contratto solo a chi fa il turno serale». Comune: «L'orario che ci serve coprire»

Cgil: «È la clausola presentata ai lavoratori per passare di ruolo. Valutiamo l'impugnazione». L'amministrazione: «Proprio per un’esigenza di pattugliamento in orario serale e notturno»

Polizia locale, archivio

Operatori di polizia locale assunti a tempo indeterminato, ma «con il vincolo di effettuare solo turni serali e notturni (salvo esigenze di servizio). È la clausola presentata ai lavoratori con contratto di formazione lavoro in scadenza, per diventare dipendenti di ruolo dell’amministrazione comunale», denuncia la Funzione Pubblica Cgil di Venezia.

«Vigili pipistrello»

«È una clausola inaccettabile e ricattatoria, che respingiamo fortemente e sulla quale abbiamo chiesto un parere legale per valutarne l’impugnazione - spiega il segretario Daniele Giordano -. Stiamo parlando di servizi che vengono garantiti sulle 24 ore, perché i neoassunti devono essere impiegati esclusivamente nel turno più scomodo? Il dirigente sindacale precisa: «Questi lavoratori chiamati a firmare la nuova assunzione (dodici, ma venticinque nei prossimi mesi) hanno svolto un anno di servizio con contratto di formazione, con meno tutele e un salario ribassato a parità di mansione. Prima l’amministrazione li assume con contratti al ribasso e dopo li obbliga a lavorare dalle 17.30 alle 8. Qui si passa dai vigili rambo a vigili pippistrello in barba alla dignità del lavoratore».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pari livello

«Bisogna premettere che parliamo di assunzioni decise dall’ente - dice l'assessore al Personale Paolo Romor - e giustificate proprio per dare una precisa risposta a un’esigenza di pattugliamento in orario serale e notturno. I contratti di formazione lavoro vengono convertiti, a tempo indeterminato, esattamente nella modalità con cui erano stati espletati i bandi “notturni” oltre un anno fa, oppure attingendo alla graduatoria “diurni”, ma in tal caso previa accettazione esplicita del lavoratore. Dire che i contratti di formazione siano meno pagati è una fake news. Mi sorprende che a dirlo sia un dirigente sindacale che dovrebbe conoscere il diritto del lavoro a menadito. Gli agenti con i contratti di formazione sono pagati come i lavoratori di pari livello, nessun dumping».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento