rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Alimentazione

Perché le lenticchie portano fortuna?

Come mai si è soliti mangiare lenticchie a Capodanno per attrarre fortuna nella propria vita? Le origini di questa leggenda

Le lenticchie, uno degli alimenti che non può assolutamente mancare sulle tavole degli italiani la notte di Capodanno. Vera e propria tradizione porta fortuna, mangiare lenticchie è quasi un obbligo ogni fine anno per augurare ricchezza e benessere. Ma è solo superstizione o c'è qualcosa di vero in questa leggenda che ormai è parte integrante nel folklore del nostro paese? Scopriamolo insieme. 

Per salutare il vecchio anno e accoglierne uno nuovo con positività e buona fortuna si è soliti preparare un bel piatto di lenticchie. Questo alimento, ben augurante ma anche molto salutare e ideale per una dieta bilanciata, è sinonimo di ricchezza. Ma come mai? Bisogna andare indietro nel tempo e ricordarsi che le lenticchie, in realtà, sono state i primi legumi coltivati dagli uomini. Queste, infatti, risalgono al 7000 a.C. e sia i greci che i romani ne erano super appassionati. La tradizione di mangiare lenticchie a Capodanno, infatti, è da attribuire proprio ai romani che erano soliti regalare, con l'arrivo del nuovo anno, una borsa in cuoio con dentro le lenticchie come augurio di buona fortuna. L'auspicio, infatti, era che questi legumi si trasformassero in monete durante l'anno.   

Come mai proprio le lenticchie? Perché esteticamente sono gli alimenti più simili alle monete ma anche per i loro valori nutrizionali noti già in antichità. Ricche di proteine ma anche sali minerali, ferro e vitamine del gruppo B, le lenticchie sono sempre state considerate una ricchezza alimentare e il prodotto ideale per chi non aveva abbastanza soldi per comprare carne ma poteva allo stesso modo nutrirsi e assicurarsi una riserva di cibo con l'inverno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché le lenticchie portano fortuna?

VeneziaToday è in caricamento