Aromaterapia: le migliori piante profumate da coltivare nel proprio giardino

Fiori profumati e piante aromatiche per migliorare il proprio benessere attraverso l'olfatto

Aromaterapia: le migliori piante profumate da coltivare nel proprio giardino

Profumate, colorate e affascinanti, le piante aromatiche sono un vero e proprio toccasana per mente e corpo. Hanno il potere di stimolare i sensi grazie all'aromaterapia e regalare piacevoli sensazioni rilassanti o energizzanti a seconda del tipo. I vantaggi di averle in casa sono moltissimi e coltivarle in giardino o sul proprio balcone è davvero semplice anche per chi non ha il pollice verde. Scopriamo insieme quali sono le migliori piante profumate e tutti gli usi che se ne possono fare.

Lavanda

La lavanda fiorisce in estate ed è caratterizzata da profumatissimi fiori di tonalità azzurro-violetto. È nota per le sue proprietà calmanti, rilassanti e antimicotiche: per alleviare il mal di testa puoi strofinare sulle tempie e sulla fronte una manciata dei suoi fiori freschi. Oppure, puoi raccogliere i fiori secchi di lavanda in un sacchetto da posizionare sotto il cuscino per facilitare il sonno, o nei cassetti e negli armadi per profumare i vestiti e allontanare le tarme.

Menta

La menta ha un aroma energizzante e rinvigorente ed è utilizzata in tantissime ricette culinarie: i suoi effetti benefici, infatti, passano anche attraverso l’alimentazione. Il momento migliore per raccogliere le foglie di menta è prima della fioritura, che avviene in tarda primavera/estate. Le foglie di menta sminuzzate, sia fresche che secche, possono essere impiegate per preparare degli infusi, perfetti per contrastare la pancia gonfia e facilitare la digestione: lascia in infusione 2 cucchiaini di foglie in 250 millilitri d’acqua bollente, fai riposare per 5 minuti e filtra il tutto prima di bere.

Camomilla

La camomilla fiorisce in estate, con piccoli fiori a petali bianchi che ricordano le margherite. Ha fiori e foglie molto profumati, il cui aroma ha proprietà rilassanti e calmanti. I fiori, inoltre, hanno proprietà antinfiammatorie e antisettiche e, una volta seccati, possono essere usati per preparare  infusi che favoriscono il sonno e la digestione.

Rosmarino

Il rosmarino è una delle erbe aromatiche più versatili da utilizzare in cucina e il suo aroma migliora la memoria e la concentrazione; inoltre, il rosmarino aiuta la digestione e riduce i gonfiori. Bruciarlo nel camino, come anche in un contenitore ignifugo, permetterà di diffonderne l’aroma in tutta la casa. 

Basilico

Il basilico aiuta la digestione in modo naturale, basterà aggiungerne alcune foglie fresche ai propri piatti per trarne subito beneficio. Viene impiegato in aromaterapia per migliorare la concentrazione ed alleviare l’emicrania; inoltre, le foglie sono ottime repellenti naturali anti zanzare, basterà strofinarne qualcuna sulla pelle.

Timo

Il timo ha proprietà digestive, antisettiche, antinfiammatorie e antibatteriche. L’infuso di timo, inoltre, può essere utilizzato per fare dei gargarismi e alleviare così le infiammazioni gengivali e il mal di gola. È diffusissimo anche in cucina, per insaporire secondo piatti e ortaggi. 

Geranio rosa

L’aroma del geranio stimola il buonumore ed è un repellente naturale contro le zanzare. I gerani dai fiori rosa presentano un aroma dolce e rilassante, che ricorda le fragole e i frutti di bosco, con un sottofondo di limone. Inoltre, i massaggi con olio essenziale di geranio vengono consigliati alle donne per alleviare i dolori mestruali.

Tuberosa

La tuberosa ha un aroma piuttosto forte, persistente e dolce, simile al profumo delle caramelle di zucchero. Dalla fragranza ricca e inebriante, l’olio essenziale di tuberosa stimola l’entusiasmo, la sensualità, l’espressività e la motivazione.

Lillà

I fiori di lillà possono essere di colori diversi, sono di piccole dimensioni e hanno un profumo inconfondibile. Il loro aroma stimola il relax e la tranquillità, e nel linguaggio dei fiori cono associati a purezza, tenerezza, umiltà e innocenza.

Caprifoglio

I fiori di caprifoglio hanno un profumo dolce ma, allo stesso tempo, pungente. Fai attenzione però, perché il loro odore attira le api. L’olio essenziale di caprifoglio stimola il buonumore e favorisce la serenità. Secondo antiche credenze inoltre, coltivare un cespuglio di caprifoglio accanto alla propria casa scaccia la negatività e attira la protezione delle fate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Fermato con la cocaina, in casa un arsenale di armi e esplosivo al plastico

  • Badante si schianta con l'auto: aveva un tasso alcolemico di 3,33

Torna su
VeneziaToday è in caricamento