Salute

CBD: le proprietà e i benefici del cannabidiolo

Ecco una breve guida per conoscerne i numerosi utilizzi e proprietà curative della molecola non psicoattiva della cannabis

CBD: le proprietà e i benefici del cannabidiolo

Il cannabidiolo (CBD) è la seconda sostanza presente con più abbondanza nella Cannabis. Può essere usato come terapia per diverse patologie e ha il vantaggio di non creare assuefazione né essere psicoattivo. L'interesse da parte della comunità scientifica per il potenziale terapeutico del CBD è sempre maggiore, è già stato utilizzato in diversi studi per il trattamento di numerose problematiche di salute ed è oggi riconosciuto tra gli elementi principali della "Cannabis Terapeutica". Molte persone iniziano a farne uso e apprezzarlo per i suoi benefici ma scopriamo più nello specifico di cosa si tratta e quali applicazioni mediche può avere questa sostanza. 

LE DIFFERENZE TRA CBD e THC La Cannabis, o canapa, è una pianta angiosperma appartenente alla famiglia delle Cannabaceae ed è costituita da diversi elementi, tra cui spiccano le cosiddette sostanze cannabinoidi ovvero il THC (tetraidrocannabinolo) e il CBD (cannabidiolo).

  • Il THC è l’elemento psicoattivo che provoca nel consumatore sensazioni di euforia, rilassamento, percezione spazio-temporale, e, all’interno del corpo, si lega ai recettori CB1, la cui stimolazione rende conto degli effetti euforizzanti dei cannabinoidi ma anche della loro azione antiemetica, antiossidante, ipotensiva, immunosoppressiva, antinfiammatoria, analgesica, antispastica e stimolante dell'appetito.
  • Il CBD, invece, è un cannabinoide non psicoattivo e agisce in modo diametralmente opposto: si lega ai recettori CB2, che si trovano sulle cellule T del sistema immunitario e a livello del sistema nervoso centrale. La stimolazione dei recettori CB2 sembra essere responsabile principalmente della azione anti-infiammatoria e immunomodulatrice dei cannabinoidi.

In parole povere quindi, il THC altera le mente, mentre il CBD stimola la guarigione, consentendo di trattare l’ansia, la psicosi, i vuoti di memoria e disturbi come l’epilessia e la schizofrenia. Non producendo effetti psicotropi il CBD è legale nella maggior parte dei paesi del mondo.

CBD: LE MIGLIORI MODALITÀ DI ASSUNZIONE In commercio si possono trovare diverse tipologie di prodotti a base di olio di Canapa e CBD, ottenuti a seconda della tecnica di estrazione usata. È importante sottolineare che la materia vegetale di partenza utilizzata per produrre gli estratti di CBD appartiene alle varietà di cannabis iscritte al registro comunitario europeo e ammesse alle coltivazioni a uso industriale. Questi estratti, da cui viene rimosso il THC, vengono poi monitorati per valutarne sia gli aspetti qualitativi e quantitativi dei cannabinoidi che le loro caratteristiche microbiologiche.

  • Olio di CBD

L’olio di CBD è disponibile in varie concentrazioni e il suo punto forte è rappresentato dalla versatilità di utilizzo. Per ottenere l’olio di CBD, l'estratto viene diluito con olio di semi di canapa: questa soluzione permetterà di ottenere, quindi, le varie tipologie di oli presenti in commercio. Può essere assunto per via sublinguale, essere aggiunto agli alimenti e alle bevande che consumiamo quotidianamente, o ingerito sotto forma di capsule. Gli effetti dell'olio di CBD vengono percepiti più rapidamente quando viene assunto per via sublinguale. Questa tecnica d'assunzione garantisce dosaggi molto precisi e costanti e consente di ottenere gli effetti desiderati in tempi estremamente ridotti (dai 5 ai 20 minuti), in quanto il CBD viene direttamente assorbito dal flusso sanguigno del tessuto sublinguale. Le capsule gel sono l’alternativa all’olio che permette di evitare il cattivo sapore e gli sprechi o i sovradosaggi, avendo ogni capsula un contenuto di CBD standard. Rispetto alla tecnica sublinguale, l'ingestione di capsule richiede qualche minuto in più per fare effetto, ma rimane un metodo molto usato dalle persone dal palato più delicato. 

  • Cristalli di CBD

I cristalli sono la forma più pura del cannabidiolo (CBD): per ottenerli, gli estratti di CBD subiscono varie fasi di trasformazione e raffinazione, che conducono man mano a ottenere una sempre maggiore purezza nel prodotto finale. Una volta superata la soglia dell'80% di purezza del CBD all'interno dell'estratto, questo inizia a solidificare o, usando il termine specifico, a cristallizzare. Il processo di raffinazione prosegue fino a eliminare tutto ciò che non sia cannabidiolo puro e ottenere un estratto finale puro al 99% e oltre.

  • E-liquid

Il CBD può essere assunto come liquido all’interno di una sigaretta elettronica. L’inalazione di vapori consente di evitare i pericoli legati al fumo e ai processi di combustione ed è un modo efficace per assorbire velocemente i cannabinoidi, i cui effetti sono quasi istantanei: si potrà quasi immediatamente ottenere maggior rilassatezza e i sintomi legati al dolore vengono drasticamente ridotti.

  • Prodotti topici e cosmetici

L’uso di prodotti topici a base di CBD è indicato per le persone che soffrono di condizioni dolorose e/o croniche come l’artrite: si possono trovare sotto forma di unguenti, balsami o lozioni e vengono direttamente applicati nelle zone interessate per dare sollievo al dolore e ridurre le infiammazioni. Il CBD viene sempre più utilizzato anche in cosmetica: creme, balsami e pomate dopo sole diventano così ancora più efficaci, grazie al potere coadiuvante del CBD nell'azione delle altre sostanze nutritive presenti nel prodotto. 

CBD: I BENEFICI Sempre più studi stanno confermando l'efficacia del CBD nel trattamento di diversi problemi di salute. Questo cannabinoide si sta dimostrando efficace come farmaco di prima scelta per una vasta gamma di condizioni e patologie: risulta un potente alleato nel combattere i disturbi più diversi, come convulsioni, spasmi muscolari, ansia, nausea, dolore cronico, infiammazioni, insonnia e molto altro ancora.

CBD: DOVE SI ACQUISTA L’olio di CBD è assolutamente legale in Italia, come anche in quasi tutto il resto d’Europa, e può essere, perciò, acquistato senza bisogno di presentare alcuna ricetta medica. Può essere facilmente reperito sul web o nei negozi specializzati, in concentrazioni comprese tra il 3 e il 30%, sotto forma di olio, creme a utilizzo topico e in molti altri formati. Prima di acquistare un qualsiasi prodotto contenente cannabinoidi, assicuratevi che sia di ottima qualità e che i principi attivi vengano estratti dalle infiorescenze senza ricorrere a solventi potenzialmente dannosi per la salute. Il CBD non ha particolari effetti collaterali, tuttavia non deve essere considerato un'alternativa alla medicina tradizionale e si dovrebbe sempre richiedere il parere di un medico prima di usarlo come integratore. L'effetto secondario più comune quando si assume CBD è la sonnolenza: evitate di mettervi al volante o di usare macchinari pesanti nel periodo iniziale di assunzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CBD: le proprietà e i benefici del cannabidiolo

VeneziaToday è in caricamento