rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
ViviVenezia

Opinioni

ViviVenezia

A cura di Gianluca Anoè

Tante idee per vivere Venezia al meglio: segui il nostro blog per rimanere aggiornato sulle novità più interessanti su locali e ristoranti, attività all'aria aperta, shopping, eventi e sport. Per sfruttare al meglio il tuo tempo libero e... scoprire i piccoli tesori vicino a casa. Vuoi diventare protagonista del blog? Inviaci la tua segnalazione.

ViviVenezia

I Baustelle in concerto al Gran Teatro Geox di Padova con "L'amore e la violenza vol. 2"

Tornano ad un anno di distanza, con un album nuovo. Dopo L'Amore e la Violenza, i Baustelle hanno generato quello che è l'ideale proseguimento di un album di assoluto successo, L'Amore e la Violenza vol. 2. E nuovo album significa nuovo tour in giro per l'Italia per la band esponente dell'indie nostrano. L'appuntamento in Veneto è per venerdì 27 aprile 2018 al Gran teatro Geox di Padova, a partire dalle 21.30.

Prevendite

Il concerto

Un appuntamento imperdibile per i fan, in attesa delle date estive della band toscana. Sul palco, oltre a Francesco Bianconi (voce, chitarre, tastiere), Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere, percussioni), ci saranno Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano de Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere e chitarre) e Andrea Faccioli (chitarre).?

La band

Nati a metà anni '90 nella provincia senese, a Montepulciano, i Baustelle si pongono subito all'attenzione della critica col primo acclamato album, "Sussidiario Illustrato della Giovinezza", del 2000, in cui mescolano sonorità da britpop (Pulp su tutti) alla canzone d'autore italiana. L'amalgama prosegue ancor più efficacemente con il raffinato "La moda del lento", del 2003, riuscito omaggio alla cultura francese degli anni '60 (e a molto altro: i già citati Pulp, Celentano, disco anni '80, chitarre anni '70).

Le tappe

Dall'abbandono di Fabrizio Massara (2005) e dal trasferimento di Bianconi a Milano (2004) i Baustelle ne escono radicalmente mutati: vengono lasciate le sonorità più espressamente vintage a favore di un pop rock tendente all'indie che richiama in maniera più marcata la musica italiana. A ciò coincide un graduale crescendo di successo commerciale, prima con "La Malavita" (2005) e poi con "Amen" (2008), dischi rispettivamente d'oro e di platino. Dopo "I Mistici dell'Occidente" (2010), nel 2013 i Baustelle hanno dato alle stampe "Fantasma", ambizioso concept album quasi interamente orchestrale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Baustelle in concerto al Gran Teatro Geox di Padova con "L'amore e la violenza vol. 2"

VeneziaToday è in caricamento