rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
ViviVenezia

Opinioni

ViviVenezia

A cura di Gianluca Anoè

Imbarcazioni tipiche di Venezia: "Laguna patria di artisti della voga"

Da sempre, per spostarsi in laguna, i veneziani hanno dovuto adattarsi a canali stretti e fondali bassi. Da queste caratteristiche ne sono derivate, nel tempo, numerossime imbarcazioni, pensate per scopi differenti: alcune venivano realizzate in un certo modo per avere una maggiore stabilità, alcune in un altro in base alle esigenze di carico, e altre ancora dovevano rispondere ad una particolare tecnica di voga. E l'abilità dei vogatori nel "guidarle", bisogna ammetterlo, è invidiabile. Si tratta di una vera e propria arte, che si tramanda di generazione in generazione. Numerosi tipi di imbarcazione, dicevamo, vediamo quelle più conosciute, per lo meno ai veneziani.

Gondola

11230218_546625478819943_8088667138943866714_n-2L'imbarcazione tipica della laguna, quella più conosciuta nel mondo. Un vero simbolo della venezianità. Veloce e ben manovrabile, fino a che in città non hanno cominciato a comparire battelli e mezzo a motore, è stata la più usata per il trasporto di persone. Attualmente è utilizzata solo per scopi turistici, con i turisti di mezzo mondo che considerano il giro in gondola un must do.

Sanpierota

10380301_250931141778399_5167405173430951055_n-2

Conosciuta anche come sampierota, prende il nome da San Pietro in Volta, uno dei borghi della Pellestrina. Caratterizzata da un fondo piatto in legno, è sfruttata soprattutto per la pesca, e può essere attrezzata con una o due velo al terzo. Di dimensioni piuttosto ridotte - non supera i 6 metri e mezzo di lunghezza - abbina la stabilità alla robustezza.

Sandolo

7879193_orig-2Da secoli è una delle imbarcazioni più famose e diffusa in laguna, utilizzata in special modo per la pesca. Più corto e compatto della gondola, il sandolo non è tanto un'imbarcazione, quanto una "famiglia" di barche. Utilizzata sin dal XIII secolo, deve il suo nome, con ogni probabilità, al sandalo romano, la celebre calzatura con la suola piatta.

Mascareta

mascareta-2Fa parte della famiglia del sandolo. Si tratta di un'imbarcazione molto leggera, diffusissima in laguna, il cui utilizzo specifico è, in primis, quello della pesca. La leggenda vuole che il suo nome derivi dall'utilizzo molto frequente che ne facevano, anni or sono, le prostitute mascherate. Oggi viene utilizzata anche nelle regate e nelle competizioni di voga al femminile.

Pupparin

puparin-2

Della famiglia dei sandoli, e noto soprattutto come puparìn, prende il nome dalla curvatura verso l'alto della poppa che lo contraddistingue. Si tratta di un'imbarcazione piuttosto veloce, che solitamente è vogata da una o due persone. Elegante e raffinata è, al pari della gondola, una "barca de casada", termine con cui si era soliti indicare, in passato, le barche utilizzate dai patrizi.

Si parla di

Imbarcazioni tipiche di Venezia: "Laguna patria di artisti della voga"

VeneziaToday è in caricamento