ViviVenezia

ViviVenezia

Un amore lungo 50 anni, tra la provincia di Venezia e l'Inghilterra

Una vicenda che non conosce confini, spaziali e temporali. Una storia d'amore mai dimenticata, che si conclude, forse, nel momento più triste nella vita di un uomo. Oggi vogliamo presentarvi il romanzo di Irene Pavan, sandonatese, che ha voluto imprimere nella carta stampata la storia della vita di suo nonno, reduce dalla guerra. "Solo per dirti addio" è una storia per molti versi ordinaria, caratterizzata però da un legame a doppia mandata con una relazione amorosa spezzata contro il proprio volere, a causa della lontananza e della povertà del secondo dopoguerra.

LA VICENDA - In un giorno di sole l’ottantenne Olindo Pavan riceve una misteriosa lettera dall’Inghilterra. È un periodo difficile per lui, che sta combattendo da mesi con un male inesorabile, ma quella lettera lo fa tornare per un attimo ragazzo, riportandolo a un passato che nessuno ha mai conosciuto.

Il soldato Olindo Pavan fu catturato in Nord Africa e spedito al campo di prigionia di Liverpool nel luglio 1943. Accettò di collaborare e fu spostato, assieme ad altri prigionieri, in una piccola fattoria in periferia. La notte di Natale, conobbe Ada, giovane inglese che aveva cercato riparo dalla guerra in campagna. I due ragazzi si innamorarono e, a guerra ormai finita, si giurarono amore eterno. La loro separazione però era ormai imminente: nel luglio 1946 infatti Olindo fu rimandato in Italia con uno degli ultimi treni di prigionieri.

Potrebbe interessarti anche: "Ritorno a Venezia": legami in laguna in quattro epoche differenti

2999070208_4a93e02d85_o-2

(credits: podivarinum)

A casa, Torre di Mosto, il soldato dovette fare i conti con la miseria e rimboccarsi le maniche per racimolare un po’ soldi. Lui e Ada continuarono a scriversi per un po’ ma la dura vita quotidiana lo portò a riporre il ricordo della sua bella inglese in un angolo remoto del cuore. Sono trascorsi più di cinquant’anni dalla promessa di quell’amore ma Ada non ha dimenticato il suo Olindo. È il ricordo più caro che ha, quello a cui il suo psicologo, per fronteggiare una malattia dolorosa, le consiglia di aggrapparsi. Così Ada prende la decisione di provare a contattare Olindo. Ada e Olindo ricominciano a scriversi e la donna decide di affrontare una pericolosa operazione al cervello pur di poter prendere un aereo e venire in Italia a trovarlo. Ha già i biglietti in mano quando le arriva la notizia che Olindo non ce l’ha fatta: il suo cuore ha cessato di battere. Ada però decide di partire lo stesso per l’Italia. Sulla tomba di Olindo porterà un mazzo di rose rosse e verserà le ultime lacrime per il suo soldato italiano.

L'AUTRICE - Irene Pavan è nata nel 1977 a San Donà di Piave, dove vive, sposata con due figli. Ha una laurea in economia aziendale con indirizzo marketing e lavora nell’ambito della comunicazione e del marketing per i prodotti di lusso a livello mondiale. Il suo romanzo inedito “Solo per dirti addio” si è classificato terzo al premio nazionale Charles Bukowski del 2014 ed è stato semifinalista al torneo letterario IoScrittore 2015, promosso dal gruppo Mauri Spagnol.

ViviVenezia

Tante idee per vivere Venezia al meglio: segui il nostro blog per rimanere aggiornato sulle novità più interessanti su locali e ristoranti, attività all'aria aperta, shopping, eventi e sport. Per sfruttare al meglio il tuo tempo libero e... scoprire i piccoli tesori vicino a casa. Vuoi diventare protagonista del blog? Inviaci la tua segnalazione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento