ViviVenezia

ViviVenezia

Venezia non è solo marcio. Dall'estero: "Turisti che si lamentano dei turisti. E il cibo è buono"

Vi abbiamo parlato qualche tempo fa di come sia piuttosto comune, nel web, incappare in travel blogger o semplici viaggiatori stranieri, che pur apprezzando le bellezze di Venezia (ma ci sono anche quelli che non lo fanno!), non mancano di sottolineare tutti gli aspetti negativi della città. Certo, inutile nascondersi, ma alle volte l'enfasi con le quali sottolineano i contro della città lagunare appaiono forzati e alcune volte fuori luogo.

Venezia? Non andateci, i residenti sono persone cattive!

Bene, nel marasma di opinioni, c'è anche chi, negli aspetti negativi, riesce a cogliere delle positività. È il caso di Jessica (LEGGI QUI), che ha riportato direttamente la propria esperienza in laguna, analizzando a modo suo ciò che va e ciò che non va nella città di San Marco. Estrapoliamo solo gli aspetti che ci sono sembrati più significativi ed in netto contrasto col pensiero comune.

Venezia non puzza

E già qui è un passo avanti rispetto ai turisti che non mancano di sottolineare l'olezzo della città. "Sento dire a molte persone 'Che delusione, quanto puzzano i canali di Venezia!' - scrive - Io ci sono stata diverse volte, in differenti momenti dell'anno, in primavera, estate, autunno e inverno, e devo dire che i canali sanno solo di acqua salata".

Il trasporto pubblica costa...

Impossibile negarlo, 7,50 euro per un viaggio di sola andata sono molti. Ma Jessica non manca di sottolineare come i turisti non dovrebbero lamentarsi dei costi, se poi finiscono per dedicarsi anche "attrazioni" molto più dispendiose, come un giro in gondola in Canal Grande. Voi che ne pensate su questo punto? Condividete o meno il suo punto di vista?

venezia-san-marco-bacino-orseolo-hard-rock-gondole-gondolieri-turisti-2

Turisti che si lamentano dei turisti

"Camminare perpendicolare alle calli principali. I turisti si affollano, e si lamentano dei turisti - spiega Jessica - per apprezzare Venezia bisogna orientarsi in altro modo, ogni angolo della città è suggestivo". Turisti pecoroni, verrebbe da dire. O almeno questo è quello che è possibile leggere tra le righe della testimonianza.

turisti-venezia-estate-2

Il cibo fa schifo?

Come in tutte le grandi città europee - è inevitabile - si è assistito ad una rapida crescita, nel corso degli anni, di ristoranti attira-turisti. Prezzi (abbastanza) abbordabili e menù a prezzo fisso o meno di qualtà scadente. Non è solo Venezia, è la prassi. Basta muoversi un po' in Italia e soprattutto all'estero, dove la tendenza è anche peggiore. "Il cibo buono c'è a Venezia - spiega Jessica - non serve saper parlare bene l'italiano per trovare il posto giusto. Allontanatevi dalle zone più turistiche, e munitevi di una buona guida per scoprire i posti giusti dove mangiarsi. Non per forza dispendiosi".

Assenza di macchine

"Il fatto che le automobili non possano circolare, rendono Venezia romantica" - scrive la blogger. Riflessione fuori dai denti: spesso nemmeno gli italiani sanno se a Venezia si possa o meno girare in auto, quali siano i "limiti". Ed episodi in passato l'hanno certificato. Qualcuno di attento, insomma, c'è.

ViviVenezia

Tante idee per vivere Venezia al meglio: segui il nostro blog per rimanere aggiornato sulle novità più interessanti su locali e ristoranti, attività all'aria aperta, shopping, eventi e sport. Per sfruttare al meglio il tuo tempo libero e... scoprire i piccoli tesori vicino a casa. Vuoi diventare protagonista del blog? Inviaci la tua segnalazione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • veramente un articolo illuminante. Il titolo poi é veramente di alto profilo giornalistico.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento