Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
cibo

A Venezia il panettiere albanese che apre il suo ristorante in un ex magazzino

Lui si chiama Gheni, e anche il suo ristorante. Dopo il bacaro (e la caffetteria in provincia di Venezia) ci aspetta uno spazio di circa 300 metri quadrati. Ecco cosa si mangia

Eugen Gjokaj, ai più noto come Gheni, è panificatore e imprenditore già attivo nel panorama veneziano e in provincia di Venezia. Suo infatti il bacaro Gheni Pan e Vin a Dorsoduro. Arrivato in Italia dall’Albania all’età di 15 anni, comincia proprio lavorando in un panificio nella provincia veneta. Da lì l’apertura di una sua insegna a Mira nel 2012, che verrà spostata e ampliata a Mirano nel 2016, dove il locale è panificio, pasticceria e caffetteria. Nel 2024 si concretizza la sfida più importante: aprire un ristorante a Venezia.

La sala interna del locale

Un nuovo ristorante a Venezia: Gheni Restaurant

Il progetto prende forma nel sestiere Cannaregio, precisamente in Fondamenta Savorgnan 535. Qui, al posto di un ex magazzino, ha aperto alla fine di dicembre 2023, Gheni Restaurant, un luogo che mantiene dunque la linea guida dei nomi degli altri locali: portare l’identità del loro proprietario. Il nuovo locale è sviluppato su circa 300 metri quadrati, con 40 posti a sedere e un dehors esterno che affaccia sulle fondamenta. Si accede intanto da un bancone con un’ampia esposizione di etichette, circa 180, provenienti per lo più da Veneto e Friuli-Venezia-Giulia.

A sinistra il proprietario Gheni e destra lo chef Lovisa

Chef Pierluigi Lovisa: cosa si mangia nel nuovo Gheni Restaurant

La cucina è affidata alle mani dello chef Pierluigi Lovisa, originario di Lamon in provincia di Belluno, ma professionalmente adottato dalle cucine veneziane, dove ha militato lavorando presso Grimoud, Villa Mabapa, Il Giglio, il ristorante dell’hotel Agli Alboretti, il Vecio Fritolin. Il nuovo menu del ristorante, aperto dalla mattina fino a dopo cena, è pensato per rappresentare un’idea di “cucina progressiva” stando alle parole di Lovisa, con proposte che tengono in considerazione tutti gli ambiti. Carne, pesce, verdure, creatività ma anche solidità. Ne esce fuori una proposta articolata tra antipasti, primi e secondi (tra i 18 e i 32€) che esula dalla cucina tipica veneziana. I lievitati, invece, sono curati direttamente dal titolare. “ll pane ha un’importanza centrale ed è fondamentale nella riuscita di un servizio: rappresenta la prima impressione che un ristorante offre ai clienti, un piccolo assaggio dell'esperienza culinaria che li attende” ha raccontato.

Un piatto dal menu del nuovo Gheni Restaurant

Gheni Restaurant
Leggi il contenuto integrale su CiboToday
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VeneziaToday è in caricamento