Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

mappe

Enoteche, bacari e ristoranti dove bere vini naturali a Venezia

Una mappatura con gli indirizzi aggiornati e ragionati che curano maggiormente la proposta enologica a Venezia. E c’è da divertirsi in questa piccola capitale del vino artigianale

Fino a 10 anni fa sarebbe stato impensabile fare una mappatura dei locali per il vino artigianale in città con così tante referenze. Pochi anni hanno trasformato Venezia dalla città delle ombre a poco prezzo in una piccola capitale del vino naturale. “Piccola” chiaramente in proporzione alle persone che la abitano e alle insegne che la popolano e in proporzione a città come Roma o Milano, dove ormai aprono wine bar tutti i giorni. Ma per nulla irrilevante anche sotto il profilo internazionale.

Dove bere vini naturali a Venezia: enoteche e vinerie in città

Enoteche, bacari, bar, ristoranti: i confini veneziani tra i vari posti in cui si beve vino (e si mangia) sono molto labili. Da tempo però sono sempre più persone a scommettere su una proposta che vada oltre la semplice ombra di vino (o lo spritz con il Prosecco da battaglia) e vende anche le bottiglie per l’asporto. Posti che consigliamo a chi vuole approfondire la cultura enologica della città, anche se a Venezia di vino ce n’è tanto, ma non sempre di qualità (anche se a molti sembra che la cosa interessi poco). Ecco quindi i nostri locali preferiti per bere, comprare e mangiare.

Vino Vero
Pietra Rossa
La Sete
Stappo Venezia
Trattoria Al Bomba
Cantina Arnaldi
Adriatico Mar
Estro Pane e Vino
Ozio
La Bottiglia Venezia
Bea Vita
Bacaro Risorto Cannaregio
Estro Vino e Cucina
Bacaro Ae Bricoe
Anice Stellato
Bar Caranto
Enoteca-Winebar

Vino Vero

È un bacaro e wine bar insieme, ma ha anche di fianco un progetto artistico, La Vetrina, dove periodicamente espongono artisti di rilievo. Aperto nel 2014, ha recentemente compiuto 10 anni, lanciando anche la sua rivista (ne abbiamo parlato qui). Vino Vero è la tappa per gli amanti dei vini naturali, il primo luogo in città che ha dedicato la sua proposta esclusivamente a questo mondo e ha deciso anche di ospitare al proprio bancone produttori di qualità. In questo modo è divenuto un riferimento non solo nostrano ma anche internazionale per bevute di spessore. Le bottiglie si bevono sui tavolini esterni, oppure appollaiati tra interno e vetrina. Disponibile sia mescita che bottiglie. Curiosità: c’è anche un locale gemello in Portogallo.

Vino Vero

Ristorante

Pietra Rossa

Facendo suo il pionerismo del padre, tra i primi a stappare in città vini naturali, Andrea Lorenzon da Pietra Rossa a Castello ha portato una solida offerta di cibo da accoppiare a bottiglie di produttori artigiani (ne abbiamo parlato qui). Reduce dall’esperienza di successo di Covino, anche questa avventura nata nel 2023 è figlia degli stessi principi e cerca di portare il meglio del territorio a tavola, sia nel piatto che nel calice. Come menu troviamo sia la possibilità di scegliere alla carta, che il “Fa Ti”, un gesto di fiducia verso la cucina che scegliere per noi i piatti più adatti in un unico percorso valido per tutto il tavolo. Lo stesso concetto lo troviamo anche nel vino.

Pietra Rossa-2
 

Enoteca-Winebar

La Sete

Nomen omen per questo wine bar aperto nel 2021, dagli stessi proprietari di Rioba (di poco vicino, un buon indirizzo anche per i suoi tavoli all’aperto) e Trattoria al Bomba. L’atmosfera defilata della calle che parte dalle Fondamenta della Misericordia, fa da sfondo ideale alle bevute. Bellissimo l’interno, tra nuovo e antico, design e accoglienza più informale. Le bottiglie di vino sono disseminate un po’ ovunque, ma è la lavagna che bisogna tenere d’occhio per non perdersi la mescita del momento. Si può mangiare anche qualcosa, scegliendola direttamente dal banco.

La Sete Venezia-2

Enoteca-Winebar

Stappo Venezia

È il 2020, anno orribile della ristorazione (e per tutto in generale) e anno molto difficile per aprire un locale, che segna l’arrivo di questo nuovo indirizzo. Stappo infatti apre a San Polo: belle bottiglie di vino naturale, più di 400 a giro, affollano gli scaffali, lasciando spazio per una cucina tutt’altro che banale. Aperto dalle 12 alle 23 (con pausa pomeridiana), è il luogo voluto dai proprietari Mathilde e Diego, anche solo per fermarsi a bere un bicchiere di vino o comprare una bottiglia dallo scaffale, che loro chiamano “libreria”.

Stappo venezia-3

Ristorante

Trattoria Al Bomba

Un lungo tavolo sociale fa la parte del leone in questo locale inaugurato a Cannaregio nel 2022, lì dove c’era un vecchio indirizzo di cui si conserva ancora l’insegna. La proposta gastronomica però va oltre l’osteria e punta su una carta che non lesina guizzi creativi che lavorano su prodotti del territorio. In più si aggiunge la proposta del bacaro e quella enologica, che conta tutto su referenze naturali e artigianali sia nazionali che con un bel parterre internazionale.

Trattoria Al Bomba

Enoteca-Winebar

Cantina Arnaldi

Aperta nel 2015 a Santa Croce, questa enoteca ha tutto quello che serve per piacere ai suoi avventori. Un clima accogliente, una lavagna con una poderosa mescita, un banco di ciccheti, uno scaffale con le bottiglie. Così hanno voluto il posto i due proprietari, Katia e Andrea, che hanno trovato il loro quartier generale dentro un antico palazzo nobiliare.  I cicchetti non sono affatto banali: non solo pane e companatico, ma anche le polpette che possono finire anche dentro dei mini burger, croissant salati farciti e alcuni piatti freddi della cucina. Qualche tavolinetto esterno completa la piacevole esperienza.

Cantina Arnaldi

Enoteca-Winebar

Adriatico Mar

In San Polo, questo locale sospeso sull’acqua, con il nome che è tutta una dichiarazione d’intenti, non delude affatto le aspettative. Piatti, taglieri e bicchieri di vino, vengono via con grande facilità, basta spulciare la grande lavagna, densa e fitta di referenze, informale come il clima che si respira qui. Bianchi, rossi, bollicine nazionali, tantissimi naturali, capitolano nel menu. E le bottiglie si assestano su un buon prezzo per chi se le divide con i commensali. Da mangiare invece, qualche proposta di taglieri di salumi e formaggi, piatti di pesce molto semplici e gli immancabili paninetti (con opzione vegana inclusa).

Adriatico Mar

Enoteca-Winebar

Estro Pane e Vino

Dall’esperienza di Estro Cucina e Vino, il ristorante in Calle San Pantalon, verso l’inizio del 2024 è nata questa nuova avventura. Si tratta di un bacaro che ha preso sede a Cannaregio nella vecchia location di Mezzopieno, un indirizzo molto apprezzato. Qui al bancone troviamo cicchetti e vini naturali, sia in bottiglia che alla mescita, da sorseggiare nei pochi tavolini all’aperto oppure all’interno stando in piedi.

Estro Pane e Vino-2

Altro

Ozio

In Campo Santa Maria Formosa sventola la bandiera di Ozio. Ai molti tavolini si può incontrare una popolazione variegata, mista tra turisti e veneziani. Ma a farla da padrone è l’offerta, che si intreccia tra proposte della cantina e della cucina. Parliamo di toast, focacce, cicchetti, insalate che vanno insieme a una selezione di soli vini naturali. L’offerta viene sempre anticipata con molto tatto per non generare confusione e, nonostante la grandezza del locale, il personale è sempre disposto a far assaggiare i vini prima di ordinare anche solo la mescita. Molto apprezzato per l’atmosfera e la rilassatezza.

Ozio Venezia-2

Osteria-Bistrot

La Bottiglia Venezia

Questo grazioso indirizzo vicino alla chiesa dei Frari è famoso per i suoi panini. Focacce bianche sono farcite di ogni ben di Dio (c’è anche una proposta vegana!) secondo l’offerta del momento che è raccontata alla lavagna. A questa poi si aggiungono anche i panini con le ricette speciali del giorno. L’offerta di vini naturali è invece scandita dalla lavagna per quanto riguarda la mescita, dal frigo e dagli scaffali per le bottiglie che possono essere acquistate anche per l’asporto.

La Bottiglia Venezia

Osteria-Bistrot

Bea Vita

Avviato nella stagione primaverile 2024 (ne abbiamo parlato qui), il nuovo corso della Bea Vita è cominciato sotto una nuova guida. Bacaro, osteria, ma anche luogo per mostre e per musica, tutti i giorni d’apertura, lo storico indirizzo oggi è affidato alle mani degli stessi imprenditori che gestiscono Vino Vero, sempre nello stesso sestiere. In questa zona di Cannaregio piuttosto mite e ancora portatrice di una sana venezianità, ci si gode lo spazio all’esterno sia direttamente sul canale, che nella piccola calle che corre lungo l’osteria. L’offerta gastronomica, divisa tra bacaro e osteria, è arricchita da una proposta enologica che varia con il tempo e punta tutto sull’artigianalità. Dai vini a scaffale (anche per l’asporto) ai calici in mescita, l’offerta è ampia e non lascerà nessuno insoddisfatto.

Bea Vita

Enoteca-Winebar

Bacaro Risorto Cannaregio

Fratello nel sestiere Cannaregio del più famoso omonimo in Campo San Provolo (sestiere Castello, non troppo lontano da San Marco), questo indirizzo ci piace decisamente di più perché l’offerta è un po’ più ampia e si apprezza in modo piacevole grazie ai tavolini presenti nel bel Campo drio la Chiesa. Al banco troviamo cicchetti di vari tipi, con mozzarelle, polpette e anche proposte al piatto. Poi proseguiamo con le proposte di vini presenti in lavagna, che accompagnano anche qualche cocktail, nonché toast di tutto rispetto.

Bacaro Risorto

Enoteca-Winebar

Estro Vino e Cucina

Abbandoniamo le vesti informali per entrare in un locale più posato, che mette al centro la buona cucina e il buon vino. Siamo qui soprattutto per la mescita, più di 20 scelte diverse al giorno, disponibili dalle 18:30 (ma anche a pranzo), oppure per gli oltre 700 vini in bottiglia, con tantissime referenze naturali. Da mangiare si va oltre il solito cicchetto d’ordinanza, ci sono tre menu a degustazione più la proposta alla carta, per un’esperienza più ragionata a tavola.

Estro Vino e Cucina

Enoteca-Winebar

Bacaro Ae Bricoe

In questa zona tra Fondamenta della Misericordia e Fondamenta dei Ormesini l’alta concentrazione di locali uno appresso all’altro nonché la frequentazione assidua soprattutto nei fine settimana, potrebbe stordire anche i viandanti più esperti. Tra i vari indirizzi segnaliamo questo piccolo indirizzo, proprio sotto al Ponte Loredan dove la proposta dei ciccheti non potrà che offrire una buona pausa di gusto con referenze anche vegetariane e vegane. Per quanto riguarda i vini, la nuova gestione subentrata da un po’ più di un anno, ha voluto tutti vini naturali in mescita e in bottiglia, come annunciato dal cartello che solca la Fondamenta. Nella nuova apertura della stessa compagina, Osteria San Isepo (ne abbiamo parlato qui), abbiamo una buona offerta, sebbene non esclusiva, di vini naturali. 

Bacaro ae Bricoe
 

Enoteca-Winebar

Anice Stellato

In Fondamenta de La Sensa questo indirizzo è un sempre stato un buon riferimento per un clima rilassato e curato, per la proposta della cucina non forzosamente veneziana (ma comunque del territorio) e per la cura nei vini. La bella offerta non solo regionale e non solo italiana si squaderna anche alle pareti, da cui è possibile dare uno sguardo alle bottiglie che ritroveremo al tavolo.

Anice Stellato

Enoteca-Winebar

Bar Caranto

Aperto nel 2023 da una coppia di bravi fratelli gemelli, Caranto è il bar perfetto da avere sotto casa. Aperto dalla mattina al dopo cena, ha un clima informa e rilassato, a due passi dal ponte che porta a Campo San Giovanni e Paolo. Al banco troviamo non solo cicchetti, ma anche caffè e colazioni. Poi mozzarelle in carrozza (tra cui quella col gorgonzola), fette di pane con formaggio, verdure e salumi, polpette e paninetti. Ma anche toast preparati e conditi con salsa rosa da unire a uno dei vini in mescita. I bicchieri sono esposti nella piccola lavagna al muro (fatevela indicare) e c’è sempre l’attenzione e la cortesia di poter prima assaggiare quello che poi si ordinerà al calice. Poche referenze ma sempre azzeccate.

Clicca qui per iscriverti al canale WhatsApp di VeneziaToday

Garganella-2

Leggi il contenuto integrale su CiboToday

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VeneziaToday è in caricamento