menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto Marco Polo: 130 lavoratori sono a rischio

I sindacati sono sul piede di guerra. Trovano inconcepibile che in uno scalo in salute e che non vive un momento di crisi si pensi a licenziare

Sarebbero ben 130 i posti di lavoro a rischio all'aeroporto di Tessera. Come riporta Il Gazzettino infatti,ora i sindacati minacciano di bloccare lo scalo, come avvenuto due anni fa. Nel 2012 infatti per tre giorni tutte e tre le società private che si occupano dei servizi a terra per i passeggeri e per le compagnie, hanno incrociato le braccia, lasciando lo scalo senza aerei.

Ora Cgil, Cisl, Uil e Ugl sono sul piede di guerra in quanto ritengono inaccettabile che il terzo scalo intercontinentale italiano, pur avendo utili, continui a lasciare a casa personale. Le richieste dei sindacati sarebbero due: la revisione delle schede dalle quali si ricava quanti lavoratori passano da un handler a un altro ogni volta che una compagnia aerea fa la stessa cosa; e il divieto di licenziamento in un aeroporto che non sta vivendo un periodo di crisi.

Le schede dovrebbero essere proprio la forma migliore per garantire i posti di lavoro in caso di passaggio di compagnia aerea. Ora, come dichiarato dai sindacati, nell'aeroporto Marco Polo ci sarebbero 500 dipendenti a tempo fisso, e ben 300 stagionali, ed è una situazione che dura da qualche anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento