Pugni al viso e calci al basso ventre 15enne pestata da due coetanee

Le telecamere di sicurezza della Nave de Vero hanno ripreso l'intera sequenza. La vittima è stata condotta all'Angelo per le prime cure del caso

Aveva il viso gonfio ed un ematoma sotto l'occhio. Oltre a lamentare dolori al basso ventre. Come riporta il Gazzettino, a rimanere vittima di un vero pestaggio è stata una ragazzina di 15 anni, residente sui Colli euganei, mentre si trovava insieme ai suoi amici alla Nave de Vero a Marghera.

Il gruppo della giovane si sarebbe incontrato con altri ragazzi, per pura casualità della stessa zona, proprio all'interno del centro commerciale. E sarebbero cominciati a piovere insulti e accuse, con la 15enne invitata fuori da un'altra ragazza per "sistemare la questione". E una volta fuori scatta quella che è sembrata voler essere una lezione punitiva: tre pugni in serie ben assestati al viso, talmenti forti e dolorosi da stordirla. Come se non bastasse, alla picchiatrice si è aggiunta una seconda ragazza a dar man forte, che ha assestato alla vittima delle pedate precise alla pancia.

È stato il responsabile della sicurezza del centro a dare l'allarme alla polizia, dopo che alcuni clienti avevano prestato soccorso alla vittima. Quando la volante è giusta sul posto, la giovane lamentava forti dolori, riuscendo a camminare a fatica. E si trovava in evidente stato di shock. Anche la madre, avvertita di quanto accaduto, si è recata nella zona commerciale, accompagnando poi la figlia al pronto soccorso dell'Angelo, per sottoporla ai controlli e scongiurare eventuali traumi interni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le immagini del pestaggio, ripreso dalle telecamere di sicurezza del sistema di sorveglianza, sono ora in mano agli investigatori della squadra dell'ufficio minori della Questura di Venezia, in attesa che i genitori formalizzino la denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un pene in cemento compare a San Marco

  • «Assembramenti fuori dai locali, gente senza mascherina: così torniamo indietro»

  • Un nuovo sistema di prenotazione nell'Ulss 3: non è più l’utente che chiama il Cup, ma viceversa

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Maneggio in fiamme: feriti padre e figlia, morti quattro cavalli

Torna su
VeneziaToday è in caricamento