rotate-mobile
Cronaca

20 milioni alla provincia di Venezia per bus elettrici, a metano o idrogeno

La Regione ha previsto un piano di investimenti da 161 milioni di euro per tutte le province venete. A ogni acquisto di autobus, dovrà seguire la dismissione di un altro vecchio o inquinante

La Regione del Veneto, in condivisione con il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, ha predisposto un programma di investimenti per il trasporto pubblico locale regionale. Un finanziamento del valore di 161 milioni di euro, 20 dei quali destinati al bacino della provincia di Venezia: 13,6 per l'ambito urbano e suburbano e 6,4 per quello extraurbano.

Il provvedimento, approvato oggi dalla giunta regionale, assegna alle aziende del trasporto pubblico locale le risorse necessarie al rinnovo del parco mezzi esistente per l’acquisto di autobus a metano, idrogeno o elettrici, oltre che per la realizzazione di infrastrutture di supporto per i veicoli ad alimentazione alternativa. Il piano di finanziamento si sviluppa complessivamente in 15 anni, suddivisi in tre quinquenni.

«È una boccata d’ossigeno per il settore che sta attraversando un momento particolarmente difficile - ha commentato l'assessore alle Infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti -: grazie a questa manovra potremo ridurre l’età media dei mezzi, sostituendo quelli più vecchi ed inquinanti, circa 150-200 già nel primo quinquennio, offrendo un servizio più sicuro e moderno, con standard qualitativi più elevati».

Le risorse sono ripartite alle varie province in base a un criterio ibrido, che tiene conto delle percorrenze dei servizi minimi del trasporto pubblico locale e del numero di autobus euro 2 o 3 presenti nelle flotte, di cui non è prevista la sostituzione con i finanziamenti finora assegnati. Secondo quanto previsto dalla delibera, ad ogni mezzo acquistato dovrà corrispondere la dismissione di un autobus vecchio, a partire da quelli più inquinanti. Le aziende interessate dal finanziamento dovranno completare l’acquisto dei mezzi entro giugno 2025 e la realizzazione delle infrastrutture entro marzo 2026.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

20 milioni alla provincia di Venezia per bus elettrici, a metano o idrogeno

VeneziaToday è in caricamento