menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sala collezioni

La sala collezioni

La nuova biblioteca dell'università Iuav: sarà polo culturale

Nel nuovo spazio più di 200mila volumi su architettura, pianificazione, design, arti, moda radunati in oltre 2.200 mq. La più grande biblioteca su architettura e discipline progettuali in Italia che diventa anche un vero e proprio centro culturale

Sarà una vera e propria hub culturale organizzata come learning centre dove oltre ad essere contenuti e catalogati più di 200mila volumi su architettura, pianificazione, design, arti, moda (che ne fanno la più grande in Italia nel settore) verranno organizzati anche convegni, dibattiti, mostre.

IUAV, TAGLI IN VISTA

LA NUOVA BIBLIOTECA. Tutto questo dal 2015 sarà la nuova biblioteca dell’università Iuav di Venezia, con sede nel convento dei Tolentini, e accoglierà oltre ai volumi anche quasi 4mila riviste, 26mila tesi di laurea, 2400 video, 460 posti per la lettura in oltre 2.200 mq. aperti al pubblico e alla città. La biblioteca, con anche un vasto repertorio di banche dati e risorse digitali, sarà aperta a studenti e ricercatori e a tutto il pubblico veneziano, offrendosi come luogo di cultura che ospita eventi e dibattiti.

MAGGIORE EFFICIENZA. "Concentrare il nostro prezioso patrimonio bibliotecario – spiega il Rettore Amerigo Restucci – rappresenta una scelta di qualità per due motivi: migliore e più efficiente gestione degli spazi bibliotecari e valorizzazione del luogo che si configura come un punto di riferimento culturale unico in Italia per le discipline dell'architettura, della pianificazione, del design, della moda e delle arti e completamente aperto alla città". Il polo bibliotecario unico ai Tolentini comprende l'originaria biblioteca centrale (con la videoteca e i fondi cartografici) alla quale si aggiungono le due nuove sale di lettura comprese nel progetto di restauro dell'ala Sud-Est dell'edificio (su progetto dell'arch. Franca Pittaluga).


PUNTO DI RIFERIMENTO NAZIONALE E INTERNAZIONALE. "Il polo bibliotecario dei Tolentini si candida a diventare un punto di riferimento nazionale e internazionale per tutti gli studenti, dottorandi e studiosi nelle discipline del progetto di architettura, di pianificazione, di design e di moda. – afferma Anna Tonicello, direttrice della biblioteca - Un luogo, quindi, d’incontro, di dibattito e confronto culturale, attraverso mostre, eventi e presentazioni di libri. Luogo al servizio della comunità dell’Ateneo, ma anche con una forte connotazione pubblica, con spazi e servizi aperti alla cittadinanza". A breve, il progetto prevede il trasferimento ai Tolentini di altre due biblioteche: quella di Storia dell’architettura e quella di Progettazione architettonica, ora rispettivamente a palazzo Badoer e al Cotonificio Veneziano. Si darà nuova veste e significato alla sala di consultazione riservata che, oltre ad ospitare le collezioni rare e di pregio, sarà trasformata in luogo dedicato allo studio e alla ricerca per laureandi, dottorandi, docenti e studiosi e attrezzata per la riproduzione digitale di libri e volumi rari e di pregio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento