menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto facebook - Massimo Berton

Foto facebook - Massimo Berton

La carica dei mille a Venezia: di corsa tra calli e ponti alle 5 e mezza del mattino

Venerdì mattina si è disputata in laguna la "5.30", gara non agonistica itinerante. Un gradito ritorno in laguna, considerato l'alto tasso di partecipazione ad un orario "difficile"

Erano oltre 1000 i partecipanti alla 5.30, una camminata, o corsa per i più allenati, di circa 5 chilometri, partita venerdì mattina alle 5.30 da Fondamenta Le Zattere, a San Basilio. Più di mille persone che hanno deciso di sfidare una sveglia proibitiva, per affrontare la magia della laguna all'alba. Chi forse non ha dormito, considerando che non solo i veneziani hanno deciso di prendere parte alla gara non competitiva.

Un evento all’insegna di uno stile di vita sano, attraverso il movimento, il cibo, la cultura, l’arte e l’esperienza, nel contesto in cui le persone vivono e lavorano. E non è un caso che a partecipare siano stati molti lavoratori, prima di recarsi normalmente sul posto di lavoro (l’orario proibitivo è pensato proprio per questo), ma anche famiglie più o meno numerose.

Una Venezia deserta ha accompagnato tutti i partecipanti, tra calli e campi, nonché nel bel mezzo di una Piazza San Marco appena al risveglio, con solo poche anime presenti, se si escludono gli atleti. Una manifestazione che come lo scorso anno ha saputo attrarre moltissime persone, confermandosi come un evento in grado di coniugare la magia di Venezia con uno stile di vita attivo e salutare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento