Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi si celebrano i 50 anni della Regione Veneto. Zaia: «Avanti con l'autonomia» | VIDEO

Il presidente della Regione con il ministro per gli Affari regionali all'inaugurazione della mostra sui 50 anni del consiglio regionale a palazzo Ferro Fini

 

«Nonostante il fermo del covid la partita dell'autonomia non si è mai arrestata», con queste parole il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha introdotto la giornata di celebrazione dei 50 anni del consiglio regionale a palazzo Ferro Fini, dove è giunto accompagnato dal ministro agli Affari regionali Francesco Boccia.

Il Veneto continua a confermare le sue richieste

«Il ministro sa che noi siamo la terra dell'autonomia, - ha sottolineato Zaia - abbiamo avuto sempre un ottimo rapporto, assolutamente sereno, sincero anche nel confronto, si è fatto un bel lavoro, il dossier del Veneto è pronto e dalle parole del ministro si capisce». Il governatore ha spiegato come il Veneto continua a confermare le sue richieste, «poi ci sarà il confronto con il Governo che si va a concretizzare con la firma di un contratto, che è quello che prevede la Costituzione».

Boccia in linea con Zaia

Boccia si è dimostrato in piena sintonia con Zaia. «Io sono un autonomista convinto. - ha sottolineato - Lo sono da quando ho iniziato a comprenderne il profilo della Costituzione. E oggi sono qui per dirvi che non ci siamo mai fermati. Il 22 luglio la commissione riprende a lavorare e spero che il Parlamento si possa esprimere al più presto per non perdere tempo. E chiediamo che forze politiche si assumano responsabilità. Questa è l'attuazione della Costituzione, non è di destra o di sinistra, del Pd o della Lega e chi la rinvia danneggia il Paese».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento