Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca Mestre Centro / Via Dante

«Sporcizia, degrado, mancanza di sicurezza», chiuso hotel di Mestre

I carabinieri hanno sottoposto a sequestro un albergo, denunciato il titolare ed elevato multe per 72mila euro

«La sporcizia, il degrado, le carenze strutturali, il cattivo odore, la mancanza delle più elementari condizioni di sicurezza, le pessime condizioni igienico-sanitarie dei luoghi di lavoro, l’assenza di idonei mezzi antincendio, e addirittura la presenza di cavi elettrici scoperti, senza alcuna protezione, esponevano i lavoratori occupati a elevati rischi per la loro incolumità». È quanto scrivono i carabinieri di Mestre in una nota a seguito di un'ispezione all'hotel Giovannina di Mestre. Un controllo che ha portato alla denuncia del titolare, un cittadino originario del Bangladesh K.R.I., 38enne.

L’albergo è posizionato in via Dante, non distante dalla stazione ferroviaria. Dell’elenco delle potenziali violazioni in materia di lavoro e di sanità non è mancato quasi nulla: omessa valutazione dei rischi/informazione/formazione dei lavoratori, omessa dotazione presidi sanitari, omesse revisioni impianti, mancate esposizioni cartellonistiche di legge.

Al termine del complesso controllo, l’immobile è stato sottoposto a sequestro preventivo, mentre per il titolare è scattata anche una multa di 72mila euro. A questo si aggiunge la denuncia per omissione di comunicazione sugli alloggiati, poiché uno degli ospiti, un cittadino albanese, oltre a non essere registrato era inserito in banca dati per la notifica della misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Venezia per spaccio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Sporcizia, degrado, mancanza di sicurezza», chiuso hotel di Mestre

VeneziaToday è in caricamento