"A Venezia compravendite immobiliari in crescita dell'11,9% nel 2016"

Secondo il Rapporto sul mercato immobiliare del Veneto realizzato da Scenari Immobiliari e Casa.it in laguna il fatturato del mercato immobiliare ha toccato 1,6 miliardi di euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo: "A Venezia negli ultimi due anni la crescita del fatturato e delle compravendite del mercato immobiliare residenziale è rimasta costante. Il capoluogo nel 2016 ha vissuto una crescita dei metri quadri compravenduti dell’11,9 per cento, per un volume di 300mila metri quadrati. Il fatturato ha iniziato la ripresa nel 2015 e ha proseguito il trend positivo nel 2016, con 1,6 miliardi di euro, cioè il 9,9 per cento in più rispetto all’anno precedente e le previsioni sono di un mantenimento della tendenza per l’anno successivo. Questi sono alcuni dei dati che emergono dal Rapporto 2017 sul mercato immobiliare residenziale del Veneto realizzato da Scenari Immobiliari in collaborazione con Casa.it. Il 2017 è un anno positivo per il mercato delle compravendite del Veneto che, in linea con il trend italiano, chiude con un incremento delle transazioni del 6,4 per cento, passando da circa 47mila nel 2016 a oltre 50mila a fine 2017. Nel 2016 il Veneto si è piazzato al terzo posto tra le regioni italiane, al pari del Piemonte, per numero di compravendite immobiliari (47mila pari al 9% del totale italiano), facendo registrare un incremento delle transazioni del 19 per cento dalle 39.500 unità del 2015. In testa vi è la Lombardia con 109mila compravendite, seguita dal Lazio con 48mila. Ammontano a 340mila i metri quadri residenziali transati a Verona nel 2016 (+12,2 per cento sul 2015), a fronte di un’offerta di 490mila, in diminuzione del tre per cento sull’anno precedente. Il fatturato ha fatto registrare un aumento dell’8,2 per cento rispetto al 2015, riportando un valore di oltre 790 milioni di euro, che conferiscono il titolo di secondo mercato della regione per volume dopo Venezia. A Belluno durante il 2016 c’è stata una ripartenza del mercato con un incremento dei metri quadri residenziali compravenduti di circa il 7,3 per centro rispetto al 2015. Il fatturato ha fatto registrare un aumento del 33 per cento circa in un anno rispetto al 2015, per un valore di 99,2 milioni di euro. A Rovigo sono stati 79mila i metri quadri residenziali compravenduti nel 2016, pari al 16,2 per cento in più rispetto al 2015. Il fatturato è aumentato del 12,2 per cento, per un valore di oltre 110 milioni di euro nel 2016. Lo scorso anno il numero di metri quadrati transati a Belluno è aumentato di oltre il diciannove per cento, attestandosi a 300mila metri quadri. Anche il fatturato ha visto susseguirsi due annate positive, con più di 681,4 milioni di euro a fine 2016 e un aumento del quindici per cento. A Treviso sono stati 117mila i metri quadri residenziali transati nel 2016, ovvero il 34,5 per cento in più rispetto al 2015, a fronte di un’offerta di 172mila, in aumento del 18,6 per cento sull’anno precedente. Anche il fatturato è cresciuto del 31,5 per cento in un anno rispetto al 2015, riportando un valore di oltre 231 milioni di euro. Sono stati 131mila i metri quadri residenziali transati a Vicenza nel 2016, pari al 22,4 per cento in più rispetto all’anno precedente, con un’offerta di 218mila (+1,9 per cento sull’anno precedente). Il fatturato è in aumento del 20,4 per cento rispetto al 2015, riportando un valore di oltre 286 milioni di euro. “I prezzi medi nominali in Veneto - dichiara Mario Breglia, Presidente di Scenari Immobiliari – stanno iniziando un trend positivo. Partito nel 2016 il rialzo delle quotazioni, specie a Venezia, dove sono più alte, è previsto costante fino al 2020. I valori medi regionali si sono incrementati dello 0,3 per cento nel 2017 rispetto all’anno precedente e continueranno a salire nel prossimo biennio, con una ripresa più poderosa che investirà tutte le province a partire dalla fine del 2018. Allo stesso modo, i prezzi medi nominali a livello nazionale sono in aumento dello 0,3 per cento per il 2017 e continueranno a salire nel 2018”. “Le richieste degli utenti generate dal nostro portale verso gli agenti immobiliari – commenta Luca Rossetto, Amministratore Delegato del Gruppo Casa.it - sono un indicatore molto affidabile dei trend futuri delle compravendite. Nel Veneto, la ripresa del mercato viene confermata dall’aumento del 74% delle richieste generate dal portale a Settembre 2017 rispetto al Settembre del 2016. Molto bene la provincia di Padova in cui le richieste sono più che raddoppiate (+120.9%) nello stesso periodo. Tra le altre provincie meritano particolare attenzione Verona e Vicenza dove le richieste sono aumentate rispettivamente del 78% e del 62%. Molto bene anche Belluno (+48%) Rovigo (+56%), Treviso(+57%) e Venezia (+69%)I dati positivi durante l’ultima parte del 3°trimestre fanno ben sperare verso una consolidata ripresa delle compravendite anche nell’ultimo trimestre del 2017”".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento