rotate-mobile
Cronaca

Torre Vinyls, i preparativi del terzo reggimento Genio Guastatori per l'abbattimento

Arrivati dalla caserma Berghinz di Udine con una colonna di mezzi per il trasporto dell'esplosivo plastico i soldati dell'esercito per tutta la mattina hanno preparato l'operazione

Sono partiti all'alba i soldati del terzo reggimento Genio Guastatori di Udine, al servizio della prefettura di Venezia per la demolizione della torre più bassa al petrolchimico di Porto Marghera, dopo il fallito abbattimento di giovedì scorso.

Vinyls operazioni dell'esercito

I mezzi dell'esercito hanno trasportato l'esplosivo plastico, un materiale particolare in dotazione solo alle forze dell'ordine, particolarmente adatto per le strutture circolari, come i piloni portanti della struttura del Cv22, perché malleabile, modellabile affinchè si adatti perfettamente alla fiaccola.

Un lavoro di preparazione durato più di 5 ore di lavoro. Poi la ditta che ha l'appalto dei lavori nella zona dovrà realizzare una specia di sponda per circondare la torre e fare in modo che una volta esplosa cada nel verso desiderato. Come spiegato dal capitano Giovanni Castelli, questo tipo di operazioni sono tipiche del Genio, che si diversifica poi all'interno a seconda delle specialità. C'è un addestramento specifico per il lavoro con l'esplosivo e l'esperienza maturata nei territori di guerra all'estero e nelle emergenze, come i terremoti e le alluvioni, nel nostro paese, rende i soldati  specializzati in questo tipo di interventi.

Secondo il colonnello Pierluigi Longo, responsabile della demolizione, si tratta di un abbattimento rumoroso, non con esplosione ma con caduta del Cv22 sullo stesso versante in cui si trova la torre di dimensioni maggiori. Sono stati praticati dei tagli nei piloni a varie altezze allo scopo di inserire l'esplosivo tutto intorno. Saranno poi collegati i cavi elettrici e questi raccolti tutti assieme verranno innescati una volta pronti. Si tratta di un'operazione estremamente delicata, per il contesto in cui si trovano le torri, che ha visto la collaborazione interforze tra esercito, operatori della ditta di demolizioni Rigoni, addetti del petrolchimico, operatori della Croce Verde di Mestre, presenti con un mezzo sul posto, e vigili del fuoco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Vinyls, i preparativi del terzo reggimento Genio Guastatori per l'abbattimento

VeneziaToday è in caricamento