rotate-mobile
Cronaca

"Laguna abusiva": undici immobili sequestrati tra Cavallino e Tessera

Nell'operazione della guardia di finanza di Caorle sono state denunciate nove persone per abusi edilizi e demaniali. A Cortellazzo requisito un bar abusivo con tanto di ormeggi per le barche

Undici immobili abusivi sono stati sequestrati e 9 persone sono state denunciate dalla guardia di finanza di Caorle per abusi edilizi, demaniali e paesaggistici in laguna. L'operazione è stata condotta dagli uomini della Stazione navale. Il risultato segue i controlli svolti dai finanzieri prima sui luoghi interessati e poi negli uffici tecnici dei comuni di Venezia, Cavallino-Treporti e Jesolo, all'agenzia del Demanio, al magistrato alle acque e al consorzio di bonifica acque risorgive di Venezia.

Sono stati così scoperti abusi edilizi in aree sottoposte a vincoli paesaggistici, indebite occupazioni di aree demaniali e violazioni ambientali. Per questo sono stati sequestrati 11 immobili abusivi (a Tessera e Cavallino-Treporti) e imbarcazioni che occupavano abusivamente 350 metri quadri di specchi acquei demaniali. Le fiamme gialle hanno infine scoperto che su 220 metri quadri di argine demaniale erano stati abbandonati rifiuti pericolosi (traversine ferroviarie, rottami di imbarcazioni in vetroresina, materiale nautico vario) ed installata abusivamente una gru per l'alaggio e varo di imbarcazioni.


A Cavallino-Treporti sono stati anche rinvenuti numerosi reperti archeologici (anfore e vasellame vario) la cui detenzione non era stata denunciata al ministero per i beni e le attività culturali. Infine a Cortellazzo di Jesolo, i finanzieri hanno sequestrato un'area di 400 metri quadri dove era stato realizzato abusivamente un bar, tre gazebi e servizi igienici, oltre ad un pontile galleggiante per l'ormeggio di imbarcazioni. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Laguna abusiva": undici immobili sequestrati tra Cavallino e Tessera

VeneziaToday è in caricamento