menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusivi in spiaggia a Sottomarina, l’amministrazione: “Siamo in trincea"

L'amarezza: “Ogni volta che le divise spariscono i venditori abusivi ritornano a posizionare la loro merce sulla spiaggia. Si possono fare cento blitz, loro torneranno in ogni caso”

Il problema degli abusivi non è risolto. E sarà in ogni caso molto difficile chiudere la partita in modo definitivo in tempi brevi. A ricordarlo, a pochi giorni dai blitz ferragostani delle forze dell’ordine sulla spiaggia di Sottomarina, è l’Amministrazione comunale di Chioggia.

“Ogni volta che le divise spariscono – confermano gli esponenti del governo cittadino – i venditori abusivi ritornano a posizionare la loro merce sulla spiaggia. Si possono fare cento blitz, loro torneranno in ogni caso”. “Siamo in trincea – è il commento dell’Amministrazione comunale – ma questo non vuol dire che abbiamo intenzione di arrenderci. Continueremo a collaborare con tutti i soggetti interessati per risolvere questo problema ormai inaccettabile, ma la situazione non è facile”.

“La soluzione c’è – avvertono dal Municipio di Chioggia – ma si può raggiungere solamente se lavoreremo tutti assieme, compresi gli altri Comuni del litorale e le località turistiche come Sottomarina, per un cambiamento epocale”. “Serve un cambio di mentalità da parte di tutti, anche da parte di chi continua a comprare dagli abusivi – è la richiesta di Chioggia - servono investimenti forti, dei quali si è discusso anche nella recente riunione del comitato provinciale per l’ordine e per la sicurezza, e serve che iniziamo a ragionare come area e non più come singoli campanili. Ma ce la possiamo fare, la gente è con noi e le forze dell’ordine stanno facendo uno splendido lavoro. Loro torneranno, ma ci troveranno ancora qui sulla spiaggi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento