menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Massaggio, no grazie": via alla campagna multilingua contro gli abusivi in spiaggia

Iniziativa della Città di Jesolo e della polizia locale: un manifesto elenca i rischi legati all'usanza dei trattamenti sul litorale. "Rischio di infezioni e disturbi ortopedici"

Attività illegale, ma anche pericolosa per gli utenti finali. Per questo nel territorio di Jesolo è stata attivata anche quest'anno una campagna informativa contro i massaggi in spiaggia promossa dal Comune e dalla polizia locale. Un'iniziativa che, secondo il comandante Claudio Vanin, va a tutela della salute dei turisti.

"Non accettate massaggi in arenile - ammonisce Vanin - Oltre ad essere illecita, l'attività può nuocere anche alla salute per carenza delle più elementari condizioni igienico-sanitarie". I pericoli sono elencati in cinque lingue nelle locandine pronte ad essere affisse in vista dell'alta stagione balneare: rischio di dermatiti e infezioni da funghi, scarsa igiene accertata, possibilità di reazioni allergiche, disturbi ortopedici. Previste conseguenze, ovviamente, per gli abusivi che saranno sorpresi a praticare l'attività illecita, con sanzioni fino a 3.600 euro.

locandina-NO-MASSAGGIO-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento