menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stretta sugli abusivi a Venezia: 700 articoli sequestrati, sanzionati due edicolanti

Operazione della polizia locale in centro storico, durata dalle 17.30 di giovedì fino a notte fonda. In tutto 11 i commercianti sanzionati, 26 si sono dati alla fuga abbandonando la merce

Giro di vite del Comune contro gli abusivi. Nella serata di giovedì, dalle 17.30 a notte fonda, 14 agenti della polizia locale di Venezia hanno effettuato una serie di interventi a Venezia, setacciando il centro storico, nelle zona di Lista di Spagna, Strada Nuova, Rialto e piazza San Marco. Gli interventi sono stati diretti dal comandante generale del Corpo, Marco Agostini, alla presenza dell’assessore alla Sicurezza Giorgio D’Este.

Le operazioni della Municipale hanno portato al sequestro di circa 700 articoli tra palline deformanti, aste per selfie, dardi luminosi, fioreria, ombrellini e spinner. Trentasette i venditori abusivi fermati, tutti di nazionalità bengalese, ai quali è stata sequestrata la merce: per 11 di loro è scattato un verbale amministrativo di 2582 euro per vendita senza autorizzazione, mentre 26 si sono dati alla fuga dopo aver abbandonato la merce. Nove i venditori sottoposti a fermo di identificazione e condotti nella sede del comando generale per essere sottoposti a prelievo delle impronti digitali e denunciati per violazione delle norme sull'immigrazione. Un altro abusivo è stato denunciato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale dopo aver colpito a una mano un vice commissario del Servizio sicurezza urbana, causandogli la lesione del tendine di un dito.

Durante i controlli sono state inoltre controllate, rispettivamente in Rio Terà Maddalena e Rio Terà San Leonardo, due edicole adibite ad esercizio commerciale ordinario, i cui proprietari esponevano per la vendita aste da selfie, spinner ed ombrelli completamente privi di indicazioni di origine e composizione, in aperta violazione del decreto legge "Codice del consumo". Ai due "edicolanti" è stata comminata una sanzione amministrativa da 1032 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento