rotate-mobile
Cronaca

Cresce l'abuso di alcool, a Pianiga una giornata di prevenzione

La pandemia ha accentuato il problema. Le iniziative di sensibilizzazione dell'Ulss 3

Patologie e problematiche correlate all'abuso di alcolici sono in aumento. Il fenomeno è preoccupante anche nelle nostre città, come emerge dagli studi del SerD dell'Ulss 3. La responsabile del servizio dipendenze di Dolo, dottoressa Laura Suardi, spiega: «I dati dell'indagine "Passi" sugli stili di vita hanno evidenziato anche nel nostro territorio un significativo incremento del consumo di alcool problematico: è passato dalla percentuale del 25,4% del 2019 al 36,71% del 2020. E riguarda una percentuale maggiore di maschi, in età 18-24 anni, con una scolarità elevata, senza evidenza significativa di problematiche sociali o economiche».

Nel mese della prevenzione alcologica, il Servizio per le dipendenza dell'Ulss 3 è impegnato sul territorio con iniziative di sensibilizzazione, tra cui l'alcohol prevention day che si svolgerà a Pianiga mercoledì 21 aprile. Iniziative che risultano ancora più opportune dopo la pandemia: «L’anno 2020, con l'esplosione del Covid19 e con i conseguenti isolamenti - spiega la dottoressa Suardi - ha prodotto cambiamenti nelle abitudini e nello stile di vita degli italiani. L’isolamento ha incrementato il consumo incontrollato di bevande alcoliche, e il mercato ha rafforzato nuovi canali alternativi e meno controllati anche rispetto al divieto di vendita a minori. I dati Istat riferiti all’anno 2020 confermano la tendenza degli ultimi anni dell’aumento dei consumi di bevande alcoliche fuori dai pasti. Si è registrato negli ultimi dieci anni un progressivo incremento della quota di donne consumatrici».

Il consumo di bevande alcoliche permane una criticità tra i giovani: «I comportamenti a rischio sul consumo di alcool nella popolazione giovanile - spiega la dottoressa Suardi - sono particolarmente diffusi nella fascia di età compresa tra i 18 e i 24 anni. Tra i comportamenti a rischio nel consumo di bevande alcoliche tra i giovani il binge drinking rappresenta l’abitudine più diffusa e consolidata. Nel 2019 il fenomeno del binge drinking riguardava il 16% dei giovani tra i 18 ed i 24 anni di età, di questi il 20,6% erano maschi e l’11% erano femmine. Nel 2020 il fenomeno del binge drinking ha riguardato il 18,4% dei giovani tra i 18 ed i 24 anni di età, di questi il 22,1% maschi e il 14,3% femmine».

L'appuntamento di giovedì 21 aprile a Pianiga (teatro comunale, piazza Mercato, ore 17.00), di cui la dottoressa Suardi è relatrice, è organizzato con i Servizi alcologici del distretto 3, in collaborazione con la Conferenza dei sindaci e i piani di zona, il tavolo dipendenze dello stesso distretto, la cooperativa Olivotti, il privato sociale e la rete alcologica, i gruppi Acat, Aa e Al-Anon del territorio. L'obiettivo dell’evento, spiega Suardi, «è mettere a tema questa problematica così importante e far conoscere alla popolazione quanto è già presente sul territorio in termini di prevenzione e di cura, anche con modelli innovativi di buone prassi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce l'abuso di alcool, a Pianiga una giornata di prevenzione

VeneziaToday è in caricamento