menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un fumogeno allo stadio (Archivio)

Un fumogeno allo stadio (Archivio)

Un fumogeno alla partita della Clodiense, condannato a otto mesi

Il tifoso aveva ignorato la normativa sugli stadi, venendo quindi identificato dalla Digos nel corso della partita contro il Perugia per la Coppa Italia

Ha acceso un fumogeno mentre era seduto allo stadio, quasi un anno fa, ma è stato visto dalla polizia e dalle telecamere, finendo per venire quindi identificato, denunciato e, a quanto si apprende ora, condannato ad otto mesi di reclusione. È successo ad un tifoso della Clodiense, colpevole di non aver rispettato la normativa sugli stadi.

A PERUGIA – La partita era quella del dicembre 2013, disputata tra Chioggia e Perugia nello stadio del capoluogo umbro e valida per la Coppa Italia. Durante il match uno dei tifosi nel settore ospiti accese un fumogeno colorato, sprezzante del divieto imposto dalla legge, e il suo gesto venne subito notato dagli agenti presenti sul posto per il servizio d'ordine. Immediatamente sono state controllate le registrazioni della curva sud, identificando così il tifoso chioggiotto, che venne subito denunciato a piede libero dalla Digos. In seguito agli accertamenti delle stesse forze dell'ordine il caso è arrivato alla cattedra del giudice perugino, che ha stabilito una condanna ad otto mesi di reclusione, pena sospesa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    A Venezia arrivano i taser per la polizia locale

  • Mestre

    Clienti nel bar a guardare la partita: locale chiuso

  • Incidenti stradali

    Auto esce di strada sulla Romea, traffico bloccato. Un ferito

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento