menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoltella l'amico e scappa a piedi Viene arrestato: tentato omicidio

L'aggressione venerdì nella Piazzetta Santa Bertilla a Spinea. In manette un ragazzo di Capo Verde che aveva in mano due coltelli da cucina

A petto nudo e con due coltelli da cucina in mano. Così venerdì sera pochi minuti dopo le 21 un giovane di Spinea ha aggredito un vecchio amico, davanti a decine di testimoni, dopo un violento scontro verbale. Come riporta Il Gazzettino, è successo tutto nella nuova piazzetta Santa Bertilla e in pochi minuti sono arrivate sul posto quattro pattuglie dei carabinieri di Mestre e Spinea. L’aggressore e la vittima si conoscevano da tempo e hanno circa vent’anni: entrambi abitano nella zona, il secondo è stato trasportato d’urgenza in ambulanza al pronto soccorso di Mirano mentre il primo dovrà vedersela con le forze dell’ordine: è stato infatti arrestato per tentato omicidio. Si tratta di un 22enne originario di Capo Verde.

La lite si è accesa dopo un diverbio nato per futili motivi, a un certo punto uno dei due si è allontanato dalla piazzetta e sembrava fosse finita lì. Nemmeno per sogno: il ragazzo è tornato un quarto d’ora dopo impugnando due coltelli con una lama di almeno 15 centimetri, si è subito messo alla rincorsa del coetaneo e l’ha braccato all’angolo della piazzetta per poi accoltellarlo sugli scalini che danno verso il quartiere Villaggio dei Fiori. La vittima si è riparata con le gambe e le braccia, se non l’avesse fatto quella lama avrebbe potuto anche ucciderlo colpendolo al petto.

Il giovane è rimasto disteso a terra, con ferite anche al volto, tramortito con una profonda ferita alla gamba destra, mentre un ragazzo e due signore (tra cui un’infermiera) si avvicinavano per prestare i primi soccorsi e lanciare l’allarme. L’aggressore invece è fuggito a piedi dileguandosi per le buie stradine del quartiere, ma aveva le ore contate. Il ferito, soccorso all'ospedale di Mirano, ha avuto una prognosi di 25 giorni.

L'aggressore, coetaneo rispetto alla vittima dell'accoltellamento, è stato rintracciato dai militari dell'Arma dopo qualche ora dai fatti con in mano un borsone mentre tentava di allontanarsi da Spinea. Ha anche opposto una certa resistenza nei confronti degli agenti. Portato in caserma è stato arrestato non solo per tentato omicidio, ma anche per resistenza a pubblico ufficiale e pporto abusivo di armi. Dopodiché il trasferimento in carcere. I due coltelli sono stati trovati e sequestrati vicino al luogo del ferimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Venerdì è sciopero dei trasporti del sindacato Sgb

  • Attualità

    I volontari si prendono cura del forte Tron

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento