menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzino ubriaco pensa gli abbiano rubato il gatto: ferisce col coltello un sedicenne

La vicenda ha dell'incredibile. E' quanto accaduto nella tarda serata di sabato di fronte alla chiesa di Santa Rita a Portogruaro. In manette un 18enne residente nella città del Lemene

Un parapiglia che ha causato “solo” tanta paura e una ferita superficiale, ma che avrebbe potuto finire molto peggio: alle 2.45 della scorsa notte i carabinieri hanno arrestato B.W., cittadino marocchino di 18 anni residente a Portogruaro.

Il giovane, poco prima della mezzanotte tra sabato e domenica, si sarebbe infatti avvicinato a un gruppo di ragazzi che stavano chiacchierando sul piazzale antistante la chiesa Santa Rita, in Via Savonarola, sempre nella città del Lemene, e – con la mente offuscata dai fumi dell’alcol – avrebbe iniziato ad accusarli di avergli rubato il gatto. Visto lo stato di alterazione del giovane, il gruppo ha pensato si trattasse di uno scherzo, ma sbagliava: il 18enne si è fatto sempre più serio (e pericoloso), passato alle minacce verbali prima e fisiche poi.

"Vi uccido tutti", ha dichiarato. Fino a quando ha estratto un coltellino a serramanico avventandosi sugli 8 presenti, tutti minorenni. Uno dei ragazzi, un 16enne, ha riportato una ferita superficiale al petto ma fortunatamente nulla di più è accaduto visto l’intervento dei carabinieri sul posto: le forze dell’ordine hanno bloccato e arrestato l’aggressore per le ipotesi di reato di lesioni e minacce gravi, nonché per porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Il ferito è stato trasportato al pronto soccorso da dove è stato dimesso con una prognosi di 7 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento