Autonomia del Veneto e scissione Venezia-Mestre: "Accorpare i due referendum"

La proposta è del Gruppo Civico Mestre Venezia Due Grandi Città, che spiega come in questo modo non ci sarebbero danni erariali, con un risparmio effettivo di 990mila euro

"Election Day il 22 ottobre 2017 con i referendum sull’autonomia del Veneto e il ripristino dei Comuni di Venezia e Mestre limitando i costi delle consultazioni senza danni erariali". Il Gruppo Civico Mestre Venezia Due Grandi Città lancia l’appello alla Regione Veneto che, il 14 febbraio, ha votato la meritevolezza al progetto di legge di iniziativa popolare per la suddivisione del Comune di Venezia nei due comuni autonomi di Mestre e Venezia.

"Il Consiglio regionale dovrebbe aver già trasmesso la delibera di meritevolezza alla Giunta per l’indizione del referendum, da celebrare auspicabilmente lo stesso giorno di quello sulla specialità del Veneto il 22 ottobre. Due referendum complementari e fondamentali per il federalismo", spiegano i promotori del referendum sul quale pende il ricorso al Tar presentato da Luigi Brugnaro, nella doppia veste di sindaco del Comune di Venezia e della Città metropolitana di Venezia. 

"Non vorremmo che si utilizzasse l’alibi di un ricorso pretestuoso per fare retromarcia. Gli elettori non lo accetterebbero, almeno quelli che hanno votato Lega che, da programma elettorale, aveva il referendum fra i punti chiave. Tra l’altro l’accorpamento dei due referendum, assolutamente complementari, genererebbe un risparmio di 990mila euro su un milione, che sarebbe il costo di farlo separatamente. Non si deve temere alcun danno erariale. Semmai il contrario. Il presidente del Veneto Luca Zaia deve solo indire il referendum su delega del consiglio regionale in attuazione del giudizio di meritevolezza, senza alcuna valutazione di merito. Presidente che, peraltro, ha delega dal consiglio per l’implementazione dei progetti di legge di iniziativa popolare proprio come il nostro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento